Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Zanatta: “Migliorare in ogni reparto, alle parole seguono i fatti!”

AMBRÌ – A lato della presentazione ufficiale dell’Ambrì Piotta, avvenuta come da tradizione alla Valascia, abbiamo scambiato due chiacchiere con il nuovo direttore sportivo dei biancoblù, Ivano Zanatta, per scoprire quali fossero le sue impressioni riguardo i suoi primi mesi in Leventina e fare il punto insieme a lui della situazione concernente il mercato ed il settore giovanile.


Ivano Zanatta, sei ad Ambrì da alcuni mesi, che bilancio puoi trarre del tuo lavoro sinora? Immaginiamo che Maenpaa ed Emmerton siano stati “tuoi” colpi…
“Sì, credo che siano due giocatori che ci daranno un grande contributo a livello fisico, caratteriale, tecnico e di capacità. Inoltre sposano appieno una filosofia da me fortemente voluta, ovvero l’intenzione di avere una squadra che lotta”.

Sei subentrato a Serge Pelletier in qualità di DS… Che sinergie avete sviluppato durante questi mesi?
“È chiaro che subentrare in questo modo non crea mai una situazione facile. Ci è voluto un po’ di tempo per far capire che sono giunto in Leventina per aiutare il club a migliorare in ogni reparto, e continuerò a farlo. Con Serge ho un normale rapporto di lavoro e di reciproco rispetto”.

Sinora sei stato molto attivo  agli allenamenti di Juniori e Novizi, segno che stai prendendo molto a cuore anche la seconda parte del tuo lavoro, ovvero la responsabilità del settore giovanile…
“Voglio comprendere bene la situazione attuale, dunque voglio mostrare a tutti che le mie non sono solo parole, ma che ad esse seguono anche i fatti. Il lavoro che andrà fatto nel settore giovanile per me è molto importante, l’Ambrì Piotta deve essere tra i migliori club nella formazione. Per raggiungere questo obiettivo ci vuole qualità nel lavoro e qualità nelle persone”.

La scorsa stagione i Novizi élite hanno perso la categoria… Come pensa il club di recuperarla e gestire la situazione?
“I giocatori sono quelli, non si possono “inventare”. Dovremo lavorare con coloro che abbiamo, magari attingendo alle generazioni successive se vi è abbastanza qualità. Ci sono della annate positive con molti giocatori talentuosi, ed annate più negative. Il lavoro che voglio svolgere è quello di lavorare meglio con i giocatori cosiddetti “nella media”, in modo da alzare questa media e di conseguenza migliorare il livello generale, rendendoci più competitivi”.

Il contratto con il Biasca stato rinnovato. Che valore può avere un partner team in Prima Lega? La differenza tra la Prima Lega e la NLA è grande…
“Beh, il livello della NLA è risaputo. Secondo me la regolare crescita di un ragazzo comprende gli Juniori Élite, la Prima lega, la NLB e poi la NLA. Questo per evitare di forzare la crescita ed evitare di mettere fretta al giovane. Bisogna avere la calma necessaria e la pazienza per permettere al ragazzo di formarsi”.

Nonostante l’accordo con il Biasca alcuni giovani in età Juniori sono passati in prestito ai GDT, questo cosa significa?
“Questi sono accordi vecchi che risalgono a prima del mio arrivo. In futuro cercheremo di controllare meglio questo genere di avvenimenti”.

Ora che la squadra è fatta la palla passa all’allenatore… Zanatta invece in che direzione lavorerà nei prossimi mesi?
“Seguirò tutto, dalla prima squadra ai Moskito. Mi organizzerò per seguire la NLB ed ovviamente avrò sempre un occhio vigile sul mercato”.

Studente universitario in Scienze della Comunicazione all’USI, segue giornalmente lo sport a 360°. Si occupa principalmente delle interviste, seguendo da vicino l’Ambrì Piotta.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta