Social Media HSHS

Interviste

Walker: “Vogliamo crescere di partita in partita, ora ci aspetta un altro passo”

L’attaccante ha analizzato la vittoria di lunedì: “Per arrivare al titolo ci vogliono quattro vittorie, ma per noi era importante ottenere la prima. Ora continueremo a guardare in casa nostra, a partire dal gioco difensivo”

LUGANO – Dopo aver perso le prime due partite, il Lugano si è ritrovato in una situazione in cui era già quasi costretto a vincere per non farsi sfuggire la serie tra le mani. Se mai ci fossero stati dubbi su un possibile contraccolpo fisico e mentale dopo la dolorosa sconfitta ai supplementari di Garae2, la squadra di Greg Ireland li ha spazzati via grazie ad una bella vittoria di carattere che ha riaperto la finale.

“Assolutamente, penso che quello di lunedì sera sia stato uno sforzo collettivo”, conferma Julian Walker. “Abbiamo avuto un grande portiere, i difensori hanno fatto un ottimo lavoro nella nostra zona e noi attaccanti abbiamo pattinato e lottato molto. Ci sono state davvero molte buone cose in Gara 3”.

Dopo una prima partita un po’ sotto tono, si ha l’impressione che per i bianconeri la serie sia iniziata per davvero da Gara 2 e che con il successo nella terza partita la finale sia definitivamente lanciata…
“Magari è così. La cosa più importante per noi però è il processo, come nelle altre serie vogliamo sempre crescere di partita in partita. Adesso dobbiamo fare un passo dopo l’altro, il primo l’abbiamo compiuto lunedì sera. Ora prendiamo le cose buone di questa sfida, migliorando il resto, e andiamo avanti”.

Dopo aver subito cinque gol in trasferta, il Lugano alla Resega è riuscito a mantenere la propria porta inviolata…
“Questo perché siamo riusciti a bloccare lo Zurigo subito in zona difensiva, mettendoli in difficoltà nell’applicare il loro gioco. Noi invece appena avevamo il disco siamo andati avanti. Non bisogna inoltre dimenticare tutti i duelli uno contro uno che bisogna vincere, e penso che questo lo abbiamo fatto in tutte le zone”.

Anche il boxplay ha svolto egregiamente il proprio lavoro, restando perfetto su tre powerplay zurighesi…
“Sì, quelli che hanno giocato in queste situazioni hanno fatto un ottimo lavoro, sappiamo quanto sia importante. Quando si vede il sacrificio nel bloccare i tiri, questo è un messaggio importante per la suadra”.

Sotto 2-0 sia contro Bienne che Zurigo, il Lugano si è imposto in Gara 3 di entrambe le serie. Una vittoria che potrebbe diventare importante anche dal punto di vista mentale…
“Non so come stanno vivendo loro la situazione, ma lo Zurigo è una buona squadra con diversi giocatori esperti. Per noi è però più importante guardare in casa nostra, cercando come detto di crescere tutti insieme. Alla fine bisogna vincere quattro partite ed è importante per noi averne vinta una. Il primo passo è fatto e adesso cercheremo di fare il prossimo”.

Poche reti alla Resega, tanti gol all’Hallenstadion… Un trend che potrebbe continuare anche nella prossima trasferta?
“Non lo so, vedremo. Penso che la cosa più importante sarà il nostro gioco difensivo, dovremo essere solidi e non lasciarli giocare troppo con il disco”.



Redattore. Dominick von Burg si occupa in particolar modo della copertura post partita delle partite dell'HC Lugano. Studente in Scienze della Comunicazione.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Altri articoli in Interviste