Social Media HSHS

Interviste

Walker: “Siamo una squadra completa, da giovedì daremo il 100% dal primo cambio”

L’attaccante bianconero vede un gruppo compatto e omogeneo: “Abbiamo giocatori molto tecnici, ma c’è sempre chi come me ama sporcarsi le mani. L’inizio di campionato sarà duro, ma siamo pronti”

LUGANO – L’ultimo derby di preseason ha visto il Lugano imporsi per 5-3 sull’Ambrì Piotta, mostrando una squadra bianconera già ottimamente instradata verso il debutto in campionato contro gli ZSC Lions.

Gli uomini di Pelletier si sono mostrati particolarmente dinamici e brillanti fisicamente, un aspetto che coinvolge giocatori come Julian Walker, per il quale l’infortunio patito qualche settimana fa contro il Friborgo è già dimenticato: “Sto molto bene, è stato più lo spavento della testata sul ghiaccio che altroconferma il numero 91ma già dopo la partita, nonostante un po’ di mal di testa, mi sentivo abbastanza bene”.

Julian Walker, affrontare l’Ambrì Piotta a pochi giorni dall’inizio del campionato vi è servito per raggiungere prima l’intensità giusta?
“Giocare contro l’Ambrì Piotta è stato un ottimo test proprio prima dell’inizio del campionato, perché i biancoblù sono una squadra che lotta sempre molto e ti mette in difficoltà con il pattinaggio, e i derby sono sempre carichi di emozioni. Ad ogni modo per noi era importante anche mettere a punto il nostro gioco prima di iniziare e penso che abbiamo fatto un buon lavoro anche sabato sera”.

Anche sabato la squadra ha dato segnali positivi, c’è una buona profondità che vi permette di essere pericolosi con quattro blocchi…
“Vedo un ottimo mix di forza e classe in questa squadra e le linee sono abbastanza equilibrate da poter fare male con qualsiasi blocco si vada sul ghiaccio. Abbiamo giocatori molto tecnici a cui piace avere il disco e questo ci permette di controllare il gioco e di avere più tempo per trovare le soluzioni giuste, ma anche quando c’è da sporcarsi le mani non ci tiriamo indietro”.

L’inizio del campionato è di quelli tosti per voi, prima i Lions in casa e poi un altro derby alla Valascia…
“Iniziare così il campionato è sicuramente un bene, si entra subito in un clima di grande intensità. Contro i Lions mi aspetto una partita molto dura, sono una squadra fortissima che sa giocare molto bene, ma noi dovremmo concentrarci sul primo cambio, entrare con il piede giusto e al 100% dell’intensità sarà fondamentale”.

Dopo aver giocato a porte chiuse e poi con un migliaio di tifosi nel preseason credi che il fatto di avere delle piste riempite solo parzialmente possa influenzare in qualche maniera il gioco?
“Sarà comunque bello avere del pubblico alla pista, ma non so in quale maniera una capienza limitata potrebbe avere influenza sul gioco, anche se sicuramente sarà diverso giocare sul nostro ghiaccio o su quello di altri con meno tifosi. Ad ogni modo è già bello così, perché lo sport senza pubblico è triste e avrebbe poco senso, e alla fine ci eravamo ormai abituati a certe limitazioni che fanno parte del nostro quotidiano”.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste