Social Media HSHS

Interviste

Walker: “Siamo tornati compatti, è la via per puntare sempre alla vittoria”

L’attaccante sottolinea la personalità del Lugano: “Dopo la seconda e la terza rete abbiamo controllato agevolmente la partita. Il duro mese di gennaio? Un’opportunità per fare molti punti”

DAVOS – La prestazione messa in pista dal Lugano alla Eishalle di Davos ha confermato che probabilmente i bianconeri hanno ripreso quel filo del discorso che avevano perso nel weekend precedente la lunga quarantena, e ha forse messo fine ai timori legati alla mancanza di ritmo alla ripresa delle partite.

Julian Walker, autore dell’assist per lo 0-3 di Lajunen, non è però mai stato preoccupato dall’aspetto della condizione fisica: “Mi sono sempre sentito bene in pistaafferma il numero 91 bianconeroalcune partite ci hanno permesso di tornare ai ritmi normali, l’importante è pattinare con testa”.

Julian Walker, forse proprio quell’aspetto mentale lo avete perso un po’ dopo il gol di apertura?
“Probabilmente in quel momento abbiamo voluto strafare, andando un po’ dappertutto come hanno fatto i nostri avversari, mentre avremmo dovuto mantenere le nostre posizioni e rimanere compatti. Dopo il secondo e il terzo gol invece abbiamo gestito meglio la situazione, creandoci altre occasioni e controllando il gioco abbastanza agevolmente”.

Il fatto che abbiate dovuto pattinare molto e usare il fisico dice che probabilmente avete ritrovato la condizione giusta…
“Personalmente non ho mai provato grosse difficoltà uscendo dalla quarantena, nella settimana precedente al ritorno in pista ci siamo potuti allenare bene per ritrovare il ritmo. Ci hanno sicuramente aiutato anche partite come quella di Zugo o il derby contro l’Ambrì Piotta, e pure a Davos devi essere pronto a pattinare molto, sotto questo aspetto eravamo pronti”.

Dopo le undici reti subite in due giorni a Bienne e in casa con i Lions anche la difesa è tornata ad essere efficiente, avete approfittato della pausa per lavorarci?
“La difesa era già un nostro punto di forza durante l’autunno, poi abbiamo perso un po’ il filo del discorso nelle partite precedenti alla quarantena regalando veramente troppe reti facili ai nostri avversari. In queste settimane abbiamo di nuovo lavorato sugli aspetti importanti di quella parte del gioco, tornando compatti possiamo recuperare prima il disco e portarlo fuori dalla zona per ripartire in attacco, quello è fondamentale per il nostro sistema”.

Dopo la sfida di Rapperswil vi aspetta un mese di gennaio molto intenso, sarà molto importante gestire le forze…
“La vedo come un’opportunità per fare molti punti, da questo punto di vista è un’occasione importante verso la seconda parte di stagione, sarà interessante vedere come reagiremo giocando ogni due o tre giorni per un mese intero. Ad ogni modo prima ci aspetta il Rapperswil, dovremo continuare su quello che abbiamo messo in pista in queste settimane, l’obiettivo è sempre la vittoria”.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste