Social Media HSHS

Interviste

Walker: “Non ci siamo aiutati abbastanza, ma niente drammi”

Il numero 91 non è soddisfatto della prova collettiva del Lugano: “Spiace anche per Merzlikins, che ha giocato alla grande, ma come squadra abbiamo molte cose da migliorare”

ZURIGO – I volti dei bianconeri sono ovviamente delusi, ma nessuno vuole sentire parlare di squadra affranta, come è in pieno stile bianconero in questi playoff. Certo è che il 3-1 nella serie a favore degli ZSC Lions ora non lascia più spazio ad alcun errore, una situazione in cui i bianconeri non si erano ancora trovati in questi playoff.

Julian Walker, uno dei protagonisti del postseason dei bianconeri, non vuole certo mollare ora, anche se il numero 91 è consapevole che il minimo errore costa carissimo a questo stadio del campionato. “È stata una partita in cui abbiamo commesso troppi errori di squadra. Possiamo e dobbiamo fare molte cose nella maniera migliore la prossima partita”.

La rete subita nell’overtime non deve però abbattere i bianconeri, anche se ora si troveranno a dover affrontare una Gara 5 senza quasi più nulla da perdere. “Bisogna che si torni a giocare come avevamo fatto in Gara 3, con gioia e passione, mettendo tutta la grinta che abbiamo fino all’ultimo secondo. Poi è vero che ci sono gli episodi che possono decidere le partite, però non piangiamoci addosso, pensiamo prima a giocare la prossima partita prima di fare drammi.”.

La reti segnate dallo ZSC proprio in entrata del secondo e del terzo periodo hanno ridato vigore a una squadra che poteva essere controllata meglio, in quel caso secondo Walker è stato il Lugano a permetterglielo. “Siamo rientrati in quei due periodi senza la necessaria concentrazione, non abbiamo pattinato come nel primo tempo, quando gli avevamo impedito di ragionare e prendere il timing giusto. Invece ci siamo complicati la vita e giocare per un’intera partita in quel modo diventa controproducente”.

Un peccato aver vanificato gli sforzi di Merzlikins, assolutamente eccezionale soprattutto nell’overtime, quando i Lions – approfittando anche dei powerplay – hanno giocato spesso nel terzo difensivo bianconero. “Questo succede perché non ci siamo aiutati al meglio l’uno con l’altro, i Lions avevano già preso molto ghiaccio durante il terzo tempo e poi nell’overtime hanno continuato a pattinare di più e meglio di noi. Dispiace anche perché Elvis ha fatto una grandissima partita”.



Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste