Social Media HSHS

Interviste

Vauclair: “Abbiamo dato un grande segnale, ma occorre costanza”

Il difensore del Lugano analizza il week end bianconero e la vittoria in rimonta a Berna. Tanti punti positivi contro avversari importanti ma anche molto lavoro da fare

BERNA – L’incredibile rimonta del Lugano a Berna ha portato molti sorrisi in casa bianconera, con un fine settimana da 5 punti su 6 contro orsi e ZSC Lions, e la squadra di Ireland si può proiettare nelle zone alte della classifica con il miglior attacco del torneo nonostante le assenze di Hofmann, Brunner e Ulmer.

Tornando alla vittoria dopo i rigori alla Postfinance Arena, Julien Vauclair è felice per la grande reazione del gruppo dopo lo svantaggio di tre reti, ma è anche molto critico su quello che la squadra ha fatto durante la prima metà dell’incontro: “Abbiamo iniziato molto male, facendo tanti errori e prendendo penalità ingenue, diciamo che per la prima metà della partita abbiamo lasciato il cervello a casa”.

Julien Vauclair, questa rimonta in casa del Berna in un ambiente molto difficile prova di nuovo la grande forza caratteriale del Lugano…
“Non abbiamo mai mollato, sia dopo il time out e dopo aver discusso durante la seconda pausa eravamo convinti di poter rientrare in partita nonostante le tre reti di scarto. Ci è voluta pazienza e tanto lavoro anche da parte di Merzlikins, non ha mai ceduto impedendo al Berna di segnare il quinto gol che sarebbe stato il colpo del k.o per noi. È stato un grande lavoro da parte di tutti e alla fine ha pagato con la vittoria”.

(PPR/Anthony Anex)

Il time out di Ireland a metà partita ha cambiato le cose, avete messo in pista un altro sistema difensivo o semplicemente avete applicato meglio i dettami dell’allenatore?
“Non era tanto un problema di sistema di gioco, ma quanto di decisioni sbagliate da parte nostra. Non abbiamo coperto a sufficienza la zona per evitare l’incursione di un terzo uomo del Berna e siamo stati puniti per questo in due occasioni. Abbiamo avuto le nostre opportunità in attacco, ma dopo aver subito quelle reti iniziali in box play abbiamo anche commesso molti errori di concentrazione”.

Dopo il netto 6-1 contro i Lions alla Resega, ci è voluto un Lugano diverso per avere la meglio sul Berna, meno spettacolo ma molto più cuore e lavoro duro…
“La reazione di questo gruppo è stata eccezionale, ma questo prova anche che in questo inizio di campionato facciamo ancora fatica a proporre il nostro gioco e la costanza per 60′. Siamo contentissimi di questa vittoria ma dobbiamo anche migliorare molto”.

Un inizio di stagione del genere in casa Lugano non si vedeva da molto tempo, in questo primo scorcio di regular season sono arrivate 4 vittorie su 5 partite anche contro avversari importanti come Zugo, ZSC Lions e Berna… Un segnale per tutti?
“Abbiamo dato un grande segnale, è vero che siamo solo all’inizio, ma 5 punti su 6 nel week end dominando gli ZSC Lions e recuperando dall’1-4 a Berna sono ottimi affari. Sono felice perché abbiamo fatto bene contro le due candidate principali al titolo”.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa in particolar modo della copertura di tutto ciò che ruota attorno all’HC Lugano e alla NLA.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste