Social Media HSHS

Sochi 2014

Vanek e la selezione austriaca nell’occhio del ciclone

5186559196_133332d7d6_z

SOCHI – L’Austria ha vissuto un torneo olimpico da dimenticare, con la squadra che si trova attualmente nell’occhio del ciclone. Stando alle ultime notizie trapelate, infatti, la selezione austriaca avrebbe passato sin troppo tempo a far festa, mancando così di rispetto e professionalità nei confronti del torneo e della loro stessa maglia.

Sul banco degli imputati è finito l’attaccante dei New York Islanders, Thomas Vanek, che a Sochi ha portato la “C” sul petto ma che ha deluso le aspettative ottenendo un -4 complessivo ed una prestazione anonima nel 4-0 con cui l’Austria è stata eliminata dalla Slovenia.

“Scegliere Vanek come capitano è stato un errore – ha commentato il presidente della federazione austriaca, Dieter Kalt – volevamo un giocatore d’esperienza, ma tutto è andato per il verso sbagliato”.

Questo è vero soprattutto se si pensa che diversi giocatori hanno passato la notte predente la sfida degli ottavi di finale al bar sino alle 6 di mattina, presentandosi poi in uno stato pietoso alla partita.

“Dopo aver affrontato internamente l’argomento, ci saranno delle conseguenze – ha commentato il coach Manny Viveiros – sono molto deluso dalla squadra. Il comportamento di alcuni giocatori è stato inaccettabile! I loro nomi verranno resi noti pubblicamente nei prossimi giorni”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all’Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Sochi 2014