Social Media HSHS

Nazionale

Una Svizzera inconcludente si arrende per 2-0 alla Germania

MONACO – Anno nuovo, vita vecchia. Questa celebre frase sembra adattarsi in maniera perfetta alla Nazionale svizzera di hockey, che nonostante mille proclami e diversi tentativi di rinnovamento finisce sempre per deludere, incappando costantemente negli stessi errori ed arrendendosi a compagini sulla carta meno quotate.

È stato il caso anche in questa occasione, con i rossocrociati che reduci dalla bella vittoria con la Slovacchia si sono arresi ai padroni di casa della Germania con il punteggio di 2-0. I tedeschi comandano ora la classifica a punteggio pieno dopo il sorprendente successo sul Canada mentre i confederati dovranno riuscire ad imporsi domani proprio contro i nordamericani per sperare nel colpaccio.

L’incontro si è da subito messo in salita per i nostri, costretti ad inseguire dal 5’ a causa della rete ottenuta da Ullman in 5 contro 3, con Hollenstein e Loeffel sulla panca dei puniti. La reazione degli uomini di Simpson c’è stata ed i teutonici sono stati regolarmente schiacciati nel loro terzo difensivo, ma gli attaccanti hanno fatto cilecca a ripetizione e così la gabbia difesa da Endras è rimasta inviolata.

A 7’’ dal termine dell’incontro e con Berra richiamato in panchina per far spazio ad un sesto uomo di movimento Gogulla ha poi trovato il punto del definitivo 2-0 a porta sguarnita, facendo scoppiare di gioia i ben 5’500 spettatori accorsi all’Eisstadion di Monaco.

La sconfitta ha riportato subito alla luce quelli che sono ormai i “classici” problemi di questa squadra, che quando messa alle corde da formazioni fisiche e difensive fatica maledettamente a trovare la via del gol. Sicuramente non poter contare sui giocatori più quotati e d’esperienza come Brunner e Streit riduce di molto la pericolosità dell’intera rosa, ma non riuscire a segnare nemmeno una rete alla Germania non è sicuramente sintomo di buona salute.

Tornare alla vittoria già domani contro il Canada servirebbe a scrollarsi di dosso un po’ della frustrazione che risulta da queste battute d’arresto, ma se il valore della Svizzera è quello visto oggi un risultato positivo sembra ben lungi dall’essere a portata di mano.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale