Social Media HSHS

Altro

Tre candidate per le Olimpiadi 2026: Calgary, Stoccolma e Milano/Cortina d’Ampezzo

© Andy Devlin/HHOF-IIHF Images

BUENOS AIRES – Al termine di un meeting del Comitato Olimpico Internazionale svoltosi a Buenos Aires, le città di Calgary, Stoccolma e Milano/Cortina d’Ampezzo sono state individuate come le tre candidate per l’organizzazione delle Olimpiadi invernali 2026.

Questa decisione rappresenta il primo passo verso la presentazione della vera e propria candidatura a gennaio 2019, processo questo che naturalmente tocca da vicino anche il mondo dell’hockey.

Calgary tornerebbe infatti ad ospitare un torneo olimpico dopo il 1988, oltre ad aver accolto nel 2011/12 i Mondiali U20, facendo registrare l’affluenza record di 444’718 spettatori sull’arco di 31 partite. Le partite verrebbero giocate al Saddledome, casa dei Calgary Flames, oltre che in una nuova arena da 5’000 posti.

© Andy Devlin/HHOF-IIHF Images

La Svezia non ha invece mai ospitato i Giochi invernali, ma Stoccolma ha accolto le Olimpiadi estive nel 1921. La capitale ha inoltre ospitato i Mondiali in ben dieci occasioni. Nel 2026 l’arena principale sarebbe l’Ericsson Globe, oltre ad un’arena secondaria di 6’2000 a Sodertalje.

Infine Milano e Cortina, con quest’ultima che aveva ospitato le Olimpiadi invernali nel 1956, mentre a Milano si erano svolti i Mondiali nel 1934 e 1994. La loro candidatura prevederebbe la costruzione di una nuova arena da 15’000 posti (Palaitalia a Santa Giulia), oltre che nel già esistente Palalido.

Una volta presentate le candidature, la commissione olimpica visiterà le città tra marzo ed aprile 2019, mentre un rapporto è previsto per il mese di giugno a Losanna.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Altro