Social Media HSHS

Unihockey

Ticino Unihockey castigato solo dai dettagli a Zugo

barbaro(Lisa Quarenghi)

Si è concluso con una sconfitta di misura il terzo turno di campionato, andato in scena sabato sera alla Herti contro lo Zug United. Inizio di partita difficile per i ticinesi che non riescono a trovare ritmo e carattere, subendo così il primo goal a pochi istanti dalla sirena del primo tempo.

Appena rientrati in campo la squadra di Roly Fust si porta a due misure di vantaggio, ma capitan Masa riesce con una doppietta a riportare il tabellino in parità. Il Ticino Unihockey non sfrutta diverse occasioni e in un attimo si ritrova nuovamente sotto di due reti; questa volta è il difensore svedese Widerström che ristabilizza la situazione con due belle conclusioni.

Anche nell’ultimo periodo i ragazzi di Prato non riescono a concretizzare e sono costretti ad inseguire lo Zugo, ma questa volta l’impresa riesce parzialmente; al termine dell’incontro lo score diceva 6-5 in favore dei casalinghi.

Il Ticino Unihockey è pure stato battuto ai rigori domenica pomeriggio all’Arti e Mestieri dal Thun, abile nello sfruttare le occasioni avute nel finale e a strappare così importanti punti che i rossoblù avrebbero potuto guadagnare. I bernesi dettano sin da subito l’andatura della partita e al nono minuto aprono le marcature della serata con Stulz.

masa(Lisa Quarenghi)

D’altro canto i ticinesi si presentano più lucidi rispetto alla sera prima contenendo il risultato e cercando a più riprese di beffare l’agile Fankhauser, ex portiere della nazionale svizzera U19. Dopo esattamente trenta minuti senza alcuna rete, il difensore rossoblù Mignola sblocca finalmente il risultato. Nell’ultimo periodo il Ticino Unihockey effettua il sorpasso con lo svedese Gustavsson e poco più tardi Biffi incrementa il divario sfruttando il momento di superiorità numerica.

Purtroppo il Thun non demorde e ritrova subito la via del goal con capitan Wettstein e il giovane Frey. Al termine dei tempi regolamentari lo score indica 3-3 e durante l’overtime, i ragazzi di Prato, nonostante diverse ghiotte opportunità, non è riesce a chiudere l’incontro. E alla fine, ai tiri di rigore, sono i bernesi a spuntarla!

Domenica prossima arriva all’Arti e Mestieri (fischio d’inizio ore 17:00) l’Ad Astra Sarnen, compagine che la scorsa stagione si era posizionata al secondo rango al termine della regular season, ma che quest’anno è ancora ferma a zero punti in classifica.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Unihockey