Social Media HSHS

Inline

Terzi tempi fatali per le ticinesi dell’inline impegnate in LNA

© Mauricette Schneider

Un fine settimana dal sapore traumatico, quello vissuto dalle ticinesi impegnate nel massimo campionato di LNA. Dopo essere partite tutte con il piede giusto, le nostre si sono squagliate come burro sotto il sole cocente di questa giovane estate, perdendo nettamente l’ultima frazione di gioco dei rispettivi incontri.

Nella Shark Arena di Cassina d’Agno, contro la capolista Rossemaison, Nakia Alberti e compagni sono partiti alla grande, portandosi avanti per 3 a 0 al 22esimo. È bastato un cambio portiere nelle file degli ospiti giurassiani per inceppare in maniera irrimediabile gli ingranaggi del Malcantone, che non è più riuscito a trovare la via del gol.

Nel frattempo, l’esperienza dei pluricampioni svizzeri si è tradotta in una silente, ma implacabile rimonta con un sorpasso perfezionato negli ultimi 20 minuti di una partita conclusasi sul 3 a 6, sinonimo di occasione persa.

Spreca un’occasione d’oro anche il Novaggio Twins, che nonostante i netti miglioramenti sul piano del gioco, fatica ad andare a punti. Contro il Buix, gli uomini di Elvis Ciccone hanno fatto gara in testa sin dai primi minuti.

Rientrati in pista dal secondo riposo avanti per 7 a 6, i malcantonesi hanno gettato alle ortiche tutto il fieno raccolto durante i primi 40 minuti di gioco, incassando due reti in entrata di periodo conclusivo e compromettendo in maniera irreversibile le sorti di un incontro che andava vinto. Alla fine un 10 a 8 in favore dei giurassiani, che lascia a bocca asciutta il Novaggio, sempre penultimo a 6 punti. L’occasione del riscatto è dietro l’angolo, sabato 22.06 alle 17.00 sulla pista amica di Novaggio, Alan Baggiolini e compagni ospiteranno i friborghesi del Givisiez.

Fine settimana da dimenticare anche per il Sayaluca, che continua a pagare le varie assenze. Sabato sulla pista dei Seelanders, Aron Fassora e compagni si sono portati avanti per 4 a 3 al 27esimo, per poi dimenticare le consegne di coach Barberis e concedere la rimonta e il sorpasso nel periodo conclusivo. Un “clasico” finito sul punteggio di 8 a 4 per i bernesi, che così si portano al quarto posto in classifica, ad una sola lunghezza dai luganesi, ma con due partite in meno.

Domenica, invece, contro il fanalino di coda del Bienne, al Sayaluca è bastato giocare il secondo tempo finito sul parziale di 5 a 1, per avere la meglio dei padroni di casa. Poco concentrato e senza rigore tattico, il Sayaluca ha concesso comunque ben 8 reti, con una prestazione da minimo sindacale, che è valsa i 3 punti sul 12 a 8 finale.

Decisamente inconsolabile, Barberis commenta così il suo fine settimana: “Abbiamo pagato la poca disciplina in difesa!”. Neanche il tempo di leccarsi le ferite, che già si presenta la prossima sfida sotto forma di derby ticinese tra Sayaluca e Malcantone, che si terrà al Palamondo di Cadempino, il mercoledì 19 giugno alle 20.00. Condizionato dalle assenze di peso, Gracco Barberis riconosce la difficoltà dell’impresa, ma lancia la sfida “Spetta a noi farci trovare pronti e conquistare i 3 punti”. Ribatte con il coltello tra i denti il coach del Malcantone, Renzo Ricci: “È un’occasione d’oro per fare il colpaccio al Palamondo”.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline