Social Media HSHS

Lugano

Si attende l’esordio di Stapleton, Shedden punta sulla velocità

LUGANO – Allenamento intenso quello avvenuto giovedì mattina agli ordini di Shedden e Curcio, con i bianconeri intenti a perfezionare alcune situazioni di gioco.

Davanti anche a un buon numero di curiosi spettatori presenti, lo staff tecnico ha confermato i blocchi visti all’opera nelle ultime sedute, con il neo arrivato Stapleton al centro di Brunner e Hofmann e i tre svedesi riuniti nella stessa linea d’attacco.

Gli unici assenti per infortunio erano Steinmann, sempre alle prese con i postumi della commozione cerebrale, e Filppula, il quale si allena separatamente in palestra per dei problemi agli adduttori.

Shedden e Curcio hanno insistito particolarmente sulle fasi di conquista e conseguente possesso del disco nel terzo d’attacco e sulle transizioni, cercando la velocità e le soluzioni più semplici per passare da attacco a difesa e viceversa.

Nella sfida di venerdì alla Resega contro lo Zugo vedremo quindi all’opera per la prima volta Tim Stapleton – che porterà la maglia numero 19 – il quale dovrà essere il perno ideale per le puntate offensive di Damien Brunner.

Se lo statunitense rispetterà le attese che lo staff tecnico ripone su di lui e se la cura “svedese” su Tony Martensson proseguirà in bene, ecco che il rientro di Filppula nel line up potrebbe slittare di un bel po’ di tempo.

galleria


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment

Altri articoli in Lugano