Social Media HSHS

Inline

Seconda lega inline, le speranze ticinesi sono ora appese ad un filo

Con ogni probabilità il 2019 non vedrà alcuna squadra ticinese impegnata nei playoff per la promozione in prima lega. Un verdetto che solo i COB Unicorns di Cadro possono ancora sovvertire, vincendo le 3 sfide rimanenti della stagione regolare prima di recarsi in chiesa, accendere un cero, unire le mani e chiudere gli occhi nella strenua speranza di un aiuto divino.

Domenica scorsa sulla pista di Pregassona, contro i Langnau Stars i Rangers di Lugano hanno gettato alle ortiche l’ultimissima possibilità di giocarsi la promozione. Le cose si sono messe male sin dall’inizio con un parziale di 2 a 6, frutto di imprecisioni difensive ed un certo lassismo generale, non scusato dal caldo torrido, che secondo logica vige per entrambe le squadre.

Per ricucire lo strappo, coach Paolo Santoro le ha provate tutte, ma la solidità ed il cinismo degli ospiti non hanno lasciato scampo ai ticinesi che si sono arresi sul punteggio finale di 7 a 13. Nel caso dei Rangers, la matematica ha la meglio sulla fede ed è già ora di pensare alla stagione 2020.

Se nessuno viene promosso, non si può dire altrettanto riguardo alla retrocessione. Infatti, il fanalino di coda della prima lega, il Capolago Flyers, rischia di dover tornare in seconda. Nonostante i 15 punti totalizzati, a soli 4 di distanza dalla sesta posizione, la squadra del bomber Christian Cetti dovrà mostrare gli artigli in questa fase finale di stagione, se non vuole ripartire nel 2020 dal basso.

I Paradiso Tigers si trovano attualmente al settimo posto e sono i fervidi promotori dell’inline spettacolo, con simpatici siparietti canori e spettacoli di ballo ad intervallare le partite alla pista della sguancia.

Velleità di promozione per il Sayaluca II, attualmente quinto e dunque appena fuori dalla zona play off, ma a soli 3 punti dalla seconda in classifica. Il calendario sorride ai luganesi, con 2 partite tra le mura del Palamondo di Cadempino e l’unica in trasferta tutt’altro che proibitiva.

“Se vogliamo salire in LNB dobbiamo dimostrare di essere pronti e vincere le ultime tre partite”, sprona così i suoi coach Bobo Bernasconi, che unitamente al suo assistente Patrice Pfirter ha dovuto gestire al meglio le molte assenze che hanno inciso pesantemente sul rendimento dei luganesi quest’anno.

Dopo la pausa per la nazionale, tornano a giocare le ticinesi impegnate nel campionato di LNA.

Sabato 7 settembre alle 19.00, il Sayaluca ospita l’Ajoie al Palamondo di Cadempino, mentre il Malcantone ospiterà il Bienne Seelanders alla Shark Arena di Cassina d’Agno.

Il Novaggio, invece, si recherà a Bienne, per tentare di mantenere vive le speranze, per la verità esigue, di evitare i play-out contro la retrocessione.

Appuntamento imperdibile, domenica 8 settembre sulla pista di Pregassona, nell’ambito di Sportissima. I Rangers di Lugano mettono a disposizione gratuitamente pattini, bastoni e attrezzatura completa per chi volesse muovere le prime pattinate nel fantastico mondo dell’inline hockey!

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline