Social Media HSHS

NHL

Rangers ed Isles testa a testa per la lotta ai playoff, frenano i Pens

8540479976_e63abd4cbe_z(Robert Konwall)

Siamo entrati nell’ultimo mese di regular season nella NHL, con i playoff che partiranno tra soli 25 giorni. La lotta per partecipare al post season è più intensa che mai, con diverse squadre a ridosso della linea che probabilmente manterranno intatte le loro speranze di qualifica ancora almeno per un paio di settimane.

Le due squadre di New York, Rangers ed Islanders, occupano infatti le ultime due posizioni utili con 40 e 39 punti, ma sotto di loro vi sono addirittura 6 squadre staccate da un massimo di 6 punti. I giochi, insomma, sono tutt’altro che fatti. Partendo però dalla vetta, è possibile notare come i Pittsburgh Penguins abbiano subito il contraccolpo psicologico dopo l’infortunio del loro capitano Sidney Crosby, out a tempo indefinito dopo l’operazione alla mascella.

I Pens hanno infatti perso le ultime 2 partite, l’ultima delle quale in maniera secca per 6-1 contro i Rangers. Proprio le blueshirts saranno nuovamente gli avversari di Pittsburgh nella notte di venerdì, in una partita di capitale importanza per New York a livello di classifica, ma che rappresenterà un buon test di maturità anche per Malkin e compagni.

Sidney Crosby gets a puck in the face vs Islanders - NHL 30_3_13 - YouTube-1

Scambiato Marian Gaborik, i Rangers hanno invece reagito al meglio, ritrovando fiducia e portandosi nuovamente sopra la linea. La pressione si sta però facendo asfissiante a New York, dove un’eventuale non-qualifica ai playoff sarebbe considerata come un clamoroso fallimento. Rick Nash e compagni non avranno la vita facile da qui a fine mese, dato che sulle 12 partite restanti, ben 9 saranno giocate lontane dal Madison Square Garden.

Dopo una fase di disperazione, sono tornati in gioco anche i Philadelphia Flyers, capaci di inanellare una serie di 4 vittorie consecutive e, nelle loro più recenti uscite, superare squadra in buona forma come Toronto Maple Leafs e Montreal Canadiens.

Potrebbero essere in ripresa anche i Boston Bruins che, dopo aver ingaggiato Jaromir Jagr, sono arrivati a quota 3 vittorie filate. Con 52 punti all’attivo, ad ogni modo, per loro il problema non è sicuramente rappresentato dalla graduatoria, ma da una continuità nel gioco che si temeva potesse andare persa proprio sul più bello.

Assolutamente in caduta libera, per contro, i Carolina Hurricanes che, da capolisti della loro division, sono caduti giù giù sino al 12esimo posto di Conference. I Canes, oltre ad aver perso gli ultimi 3 incontri, sono stati infatti sconfitti addirittura in 9 delle ultime 10 partite. Lo stesso discorso vale anche per i Winnipeg Jets, con una spirale negativa che dura oramai da 5 partite consecutive.

Infine, chi sta provando ad avere una reazione d’orgoglio sono i Florida Panthers, che dopo un periodo nerissimo hanno vinto gli ultimi incontri. La distanza dalla riga, però, è oramai di 9 punti e, pur se non condannati dalla matematica, difficilmente riusciranno a rientrare in gioco.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL