Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Prima sconfitta nei 60 minuti per l’Ambrì, lo Sparta vince 5-2

I biancoblù hanno perso anche la seconda partita del torneo di Berlino. In rete per l’Ambrì sono andati Müller e Zgraggen ma nel terzo tempo lo Sparta Praga ha preso il sopravvento

Prima sconfitta nei 60 minuti per l’Ambrì, lo Sparta vince 5-2

ambri
AMBRÌ – SPARTA PRAGA

2-5

(0-0, 2-2, 0-3)

Reti: 24’48 Müller (D’Agostini, Stucki) 1-0, 30’06 Uher (Cernoch, Kudrna) 1-1, 36’32 Zamorsky (Dvorak, Reichenberg) 1-2, 38’32 Zgraggen (Stucki, Kostner) 2-2, 45’58 Ricka 2-3, 52’33 Pavelka (Forman, Pech) 2-4, 59’15 Pech 2-5

Penalità: Ambrì 5×2′, Sparta Praga 1×2′

BERLINO – Seconda sconfitta per l’Ambrì Piotta al torneo di Berlino. Dopo il KO ai rigori rimediato contro i padroni di casa degli Eisbären, la squadra di Cereda è uscita battuta per 5-2 dalla sfida con i cechi dello Sparta Praga, capaci di decidere il match con tre reti messe a referto nel terzo tempo.

Rispetto all’uscita precedente i leventinesi hanno mandato tra i pali il ceco Tomas Kral, mentre Lhotak e Collenberg hanno preso il posto rispettivamente di Incir e Trunz. Il resto degli effettivi è rimasto lo stesso – sempre out i tre “soliti” infortunati, mentre Emmerton dalla Russia è rientrato in Ticino – ma Cereda ha approfittato del match per operare alcuni cambiamenti al lineup.

Dopo tre partite con Zgraggen, Plastino è stato impiegato al fianco di Jelovac, mentre capitan Fora è sceso sul ghiaccio con Collenberg. I giovani Moor e Pinana sono stati anche loro divisi, giocando rispettivamente con Gautschi e Zgraggen.

Sul fronte offensivo Zwerger ha abbandonato la prima linea ed è stato provato con Chiriaev e Lhotak, mentre il blocco di Taffe e D’Agostini lo ha completato Lauper. Inalterata la linea BianchiKostnerTrisconi, mentre Berthon ha giocato al fianco di Müller e Stucki. Sempre 13esimo attaccante Hrabec.

Il primo periodo si è rivelato avaro di reali occasioni da rete, tant’è che il primo vero tiro in porta è arrivato dopo soli 12 minuti, mentre una delle poche opportunità da rete sul fronte leventinese l’ha fatta registrare Lauper. Al 14esimo lo Sparta Praga ha però fallito una ghiotta occasione, vedendosi parare un rigore da Kral.

Nelle prime battute della frazione centrale è stato così l’Ambrì Piotta a passare. Al 24’48 Marco Müller ha trovato il gol alla prima occasione, sorprendendo il portiere avversario con un tiro dal lato. I ragazzi di Cereda hanno poi sfiorato anche il raddoppio con D’Agostini in powerplay, ma a finire sul tabellino è stato poco dopo Uher, che ha infilato l’1-1.

Una doppia penalità rimediata da Collenberg e Zgraggen ha poi costretto l’Ambrì a giocare in 5-contro-3, ed una decina di secondi sono bastati a Zamorsky per fulminare Kral dalla linea blu. I biancoblù si sono però rivelati nuovamente opportunisti, ed ancora prima della pausa hanno trovato in contropiede il 2-2 grazie a Zgraggen.

Nel terzo periodo però lo Sparta Praga ha preso il sopravvento ed ha deciso a suo favore la sfida. Ricka e pochi minuti dopo Pavelka hanno portato il risultato sul 4-2, rendendo inutile l’assalto finale elaborato da Cereda, che dopo il timeout aveva richiamato in panchina Kral per giocare a sei uomini di movimento.

Per i leventinesi è così arrivata la terza sconfitta consecutiva (la prima nei 60 minuti), al termine di un periodo intenso che ha visto la squadra impegnata in quattro uscite nell’ambito dei tornei di Sursee e Berlino. I biancoblù torneranno ora in Ticino per l’ultima fase di preparazione, che li vedrà la prossima settimana affrontare Vitkovice e Visp sul ghiaccio di Biasca, prima di giocare l’ultima amichevole a Bellinzona contro il Bienne il 2 settembre.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta