Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Pelletier: “3 stranieri d’attacco? Sicuramente una possibilità”

(A. Branca)

BIASCA – L’arrivo di Matt Duchene ad Ambrì ha sicuramente scatenato l’entusiasmo del pubblico, che passa ora le giornate in attesa del suo debutto a Langnau immaginando in che modo potrà essere impiegato da coach Pelletier. Il giocatore degli Avalanche ci ha rivelato nella nostra intervista di preferire di gran lunga il ruolo di centro rispetto a quello di ala e, nonostante probabilmente verrà impiegato nel suo ruolo naturale, nulla è ancora confermato.

Già durante il corso della conferenza stampa di presentazione del giocatore, però, Serge Pelletier ha avuto occasione di esprimere i suoi pensieri in relazione al nuovo rinforzo.

“Ovviamente da parte mia è un piacere poter lavorare con Matt ed avere l’occasione di poter schierare sul ghiaccio un giocatore talentuoso come lui. Tutto l’Ambrì è dunque felice di averlo per le prossime partite e, forse, anche più in là. Sicuramente per noi è un valore aggiunto e rappresenta un’opzione in più nel nostro dispositivo. Fino ad ora siamo stati impressionati positivamente dai suoi allenamenti”.

Con l’arrivo di Duchene pensi di continuare con l’impostazione 2+2 oppure si potrebbe passare al 3+1?
“Ora abbiamo cinque stranieri e dunque ad ogni partita che giochiamo si presentano diverse opzioni. Valuteremo molti aspetti per decidere l’assetto della squadra, come ad esempio l’avversario contro cui giochiamo, lo stato di forma dei nostri giocatori d’importazione, il riposo avuto tra una partita e l’altra e via discorrendo. Con Duchene possiamo fare molti più ragionamenti in merito allo schieramento e mettere in pista la squadra migliore”.

È ipotizzabile una linea con tutti i tre stranieri d’attacco assieme?
“È sempre una possibilità. Ovviamente adesso non sono in grado di dirvi chi giocherà martedì a Langnau, in quanto ho ancora degli aspetti da verificare. Ad ogni modo le cose in questo senso potranno cambiare di partita in partita ed anche all’interno dello stesso match, dove potrebbe capitare di dover cambiare le composizioni delle linee a dipendenza del risultato e dell’andamento del gioco. Avere i tre stranieri d’attacco nello stesso blocco offensivo rimane comunque un’interessante possibilità. Duchene è un giocatore polivalente, può giocare sia al centro che all’ala, questo nelle ricerche condotte con JJ Aeschlimann è stato un punto a favore. Di conseguenza, se si presentasse un eventuale turnover, questa opzione potrebbe sicuramente tornarci utile”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta