Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Pelletier: “Ambrì simile a quello di due anni fa, c’è tanto entusiasmo”

BIASCA – L’Ambrì Piotta è da lunedì ufficialmente al lavoro sul ghiaccio di Biasca, con giocatori e staff tecnico che sono così entrati finalmente nella fase più importante della preparazione estiva.

La prima amichevole per i biancoblù è prevista per il 15 agosto a Sursee, e l’allenatore Serge Pelletier – con l’assistente Diego Scandella, e lo skill coach Ted Suihkonen – ha dunque a disposizione meno di due settimane per dare una prima direzione ad una squadra che presenta otto nuovi volti e diversi giovani juniori affamati di ghiaccio.

All’appello nello staff tecnico manca solo l’allenatore dei portieri Michael Lawrence, che giungerà in Ticino il 18 agosto, dopo aver lavorato per diverse settimane a Toronto con Zurkirchen, Chmel e Flückiger.

Serge Pelletier, finalmente l’Ambrì è tornato sul ghiaccio…
“Sì, nonostante alcuni imprevisti (la rescissione con Schaefer e Moser, ndr) il primo allenamento è andato abbastanza bene, possiamo essere soddisfatti di questo primo contatto con il ghiaccio e di quanto mostrato in pista dai ragazzi”.

Come valuti la rosa? La squadra ci sembra più completa rispetto ad un anno fa…
“Secondo me c’è un po’ più di profondità… Credo che sarà una squadra che assomiglierà grossomodo a quella che avevamo due stagioni or sono. Possiamo essere contenti dei giocatori che abbiamo a disposizione e che possiamo vedere ora sul ghiaccio”.

Schaefer e Moser non arriveranno… In porta è stato ingaggiato Wolf, in attacco il posto di Moser verrà preso da un giovane?
“Esattamente. Al momento abbiamo sotto contratto 14 attaccanti e nove difensori, dunque per quanto concerne il mercato ci fermiamo lì. Gli altri posti restanti sono a disposizione dei giovani, e già ora abbiamo portato con noi sul ghiaccio sei juniori. Avranno l’opportunità di giocare delle partite, daremo spazio anche a loro”.

Lo scorso anno l’Ambrì era parso essere in difficoltà a reggere tutti i 60 minuti… Il cambio di preparatore atletico pensi porterà ad un miglioramento in questo senso?
“Questo lo scopriremo sull’arco della stagione. Ora abbiamo fatto solamente il primo allenamento e dunque la condizione rimane una cosa che dobbiamo costruire assieme, sia con il preparatore che grazie al lavoro che svolgeremo sul ghiaccio. Ci auguriamo che gli ultimi istanti delle partite quest’anno saranno a nostro favore”.

L’Ambri è una delle squadre che più si è mossa sul mercato, come ci si assicura che tutti i nuovi arrivati si integrino al meglio?
“Questo è un aspetto su cui si lavora ogni giorno, con l’obiettivo di integrare al meglio i nuovi arrivati. Due anni fa avevamo cambiato 11 giocatori ed abbiamo avuto un’ottima partenza di campionato, quest’anno abbiamo un bell’entusiasmo ed i nuovi ingaggi sono davvero contenti di essere qui… Questa è una cosa molto importante per noi e possiamo dirci soddisfatti della risposta dei giocatori che hanno deciso di sposare il nostro progetto”.

Nel club ci sono diversi juniori di talento… Pensi di fargli assaporare il gusto della prima squadra in alcune amichevoli?
“Ceramente. Durante gli allenamenti tutti i giocatori seguono lo stesso programma ed eseguono gli stessi esercizi, ed anche il tempo di ghiaccio è uguale per tutti in questo periodo. Sicuramente vedremo alcuni juniori in azione nelle prossime settimane”.

A Biasca abbiamo visto in maglia rossa Duca, Grassi, Fora e Chavaillaz, quali sono le loro condizioni?
“Duca e Grassi si sono dovuti sottoporre ad un’operazione alla spalla e ci aspettiamo di averli in pista al 100% attorno alla terza settimana di agosto, mentre per Chavaillaz il recupero sarà un po’ più lungo. Per lui si parla infatti del mese di settembre e difficilmente potrà iniziare la stagione a Ginevra. Per quanto concerne Fora invece siamo confrontati solo con un problemino al polso e si tratta di una questione di giorni… Per lui non dovrebbero esserci problemi”.

Per quanto riguarda invece la condizione di Pestoni?
“Lui ha avuto un problemino al ginocchio, che però si è già lasciato alle spalle. Ora dovrà però dare il 200% per recuperare il terreno perso nelle ultime settimane di preparazione estiva”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta