Social Media HSHS

Interviste

Patrick Fischer è pronto per l’inizio: “dare tutto l’uno per l’altro”

senza titolo-412-2

LUGANO – Al termine dell’ultima amichevole del Lugano contro gli svedesi del Mora abbiamo raccolto alcune considerazioni dell’head-coach bianconero Patrick Fischer, il quale ha fatto con noi il punto della situazione e ci ha illustrato alcuni importanti aspetti in vista della prima partita di campionato, prevista per venerdì 13 settembre a Rapperswil.

Patrick, sei soddisfatto delle prestazioni della squadra in questo pre-season ?
“Sì sono soddisfatto per oggi,abbiamo disputato una buona partita con molta energia. In difesa siamo stati molto puliti e tranquilli, loro hanno avuto solo una quindicina di tiri. Questa è la base ma dobbiamo migliorare in attacco, abbiamo sfruttato troppo poco le nostre occasioni però sono soddisfatto dell’impegno di tutti i giocatori”.

Capitolo infortuni, ha debuttato Simion ma non si è visto Fazzini, cosa ci puoi dire?
“Fazzini giocherà due partite nel weekend con gli juniori e l’ho tenuto a riposo, non è infortunato”.

Gli infortuni di Campoli e Walsky sono gravi?
“Dipende cosa si intende per “grave”, Campoli tornerà sul ghiaccio tra un paio di giorni mentre per Eric (Walsky) non si sa ancora, di sicuro dovrà stare fuori più a lungo ma non è gravissimo, pensiamo 3 o 4 settimane, ma adesso è difficile da dire”.

Manzato e Flückiger sono due ottimi portieri, come li gestirai?
“Siamo contenti di avere due portieri forti, entrambi in grado di vincere una partita. Sono soddisfatto di come si sono allenati e del loro spirito, vedremo chi giocherà contro il Rapperswil”.

L’anno scorso Glen Metropolit ha giocato tutte le partite, nei play-off ha forse accusato un po’ di stanchezza, come lo gestirai quest’anno?
“Spero che giocherà tutte le partite e spero anche che giocherà 21 partite nei play-off. È in ottima forma e non credo che ha fatto male nello scorso post-season. In certe situazioni giocherà un po’ meno, come nel box-play. Lo faremo giocare in situazioni più offensive, comunque Metro è in grande forma e non bisogna avere paura che non lo sia anche tra 7 mesi”.

Come sempre ad inizio stagione si parla di obiettivi, quali sono quelli del Lugano?
“Per noi è importante che la squadra sia pronta ogni sera, pronta a lottare e dare tutto l’uno per l’altro poi i risultati arriveranno da soli. Dobbiamo migliorare ogni giorno, imparare ancora tante cose ed essere forti mentalmente, pronti a vincere le battaglie, poi potranno arrivare delle belle cose”.

Karim segue da vicino il Lugano si occupa delle interviste post-partita in occasione dei match casalinghi dei bianconeri alla Resega

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste