Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Nuova Valascia: la richiesta di fideiussioni non fa l’unanimità tra i Comuni della Leventina

AMBRÌ – Continua a fare notizia il lento processo che si spera porterà alla costruzione della Nuova Valascia. Come si può infatti leggere su La Regione, le fideiussioni per 4 milioni chieste ai comuni dell’Alta e Media Leventina non fanno l’unanimità, e non diventeranno realtà in maniera scontata.

La cifra dovrebbe rappresentare una garanzia di base per arrivare al versamento dei 16 milioni mancanti da parte del pool di banche tramite la formula del prestito ipotecario, ma in questo senso non tutti i Comuni sembrano – per ora – al 100% convinti della manovra.

Il vicesindaco di Faido e capo del Dicastero finanze, Gabriele Gendotti, ha confermato la volontà di sostenere il progetto, ma si interroga sulla possibilità di trovare soluzioni alternative, visti i rischi legati alla formula della fideiussione.

In particolare i comuni coinvolti attendono di ricevere i dettagli del business plan, così da poter valutare con maggiore concretezza il da farsi ed i rischi legati al progetto.

Oltre a Faido (a cui è stato chiesto un milione), sulla stessa linea di pensiero troviamo anche Airolo (1.5 milioni) – come affermato dal sindaco Franco Pedrini – e Bedretto (250’000 fr).

Via libera invece da parte di Prato Leventina (circa mezzo milione) e Dalpe (250’000 fr). Non si ha invece una presa di posizione conosciuta da parte del comune di Quinto.



Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta