Social Media HSHS

Coppa Spengler

Nessun problema per il Canada, Ice Tigers travolti 6-2

I canadesi non fanno sconti e chiudono la contesa nel periodo centrale centrando la semifinale. Doppietta per Fabbro, in luce Lapierre con due assist

Nessun problema per il Canada, Ice Tigers travolti 6-2

TEAM CANADA – ICE TIGERS

6-2

(1-0, 4-1, 1-1)

Reti: 2’21 Fabbro (Moore, Conrad) 1-0, 20’52 Reimer (Pföderl, Dupuis) 1-1, 24’52 Winnik (Wiercioch, Mitchell) 2-1, 31’14 Ebbett (D’Agostini, DiDomenico) 3-1, 33’01 Dalpe (Winnik) 4-1, 37’45 Knelsen (Lapierre, Moore) 5-1, 42’08 Fabbro (Lapierre) 6-1, 57’54 Mieszkowski (Brown) 6-2

Note: Vaillant Arena, 6’300 spettatori (tutto esaurito)
Penalità: Team Canada 5×2′, Ice Tigers 4×2′

DAVOS – Team Canada vicino alla conquista delle semifinali e della vittoria nel gruppo Cattini, Ice Tigers dal canto loro obbligati a vincere per sperare di non chiudere all’ultimo posto il girone. Quello tra canadesi e tedeschi in fondo è stato quasi un derby, visto il folto gruppo di nordamericani presente tra le fila degli Ice Tigers, ben nove, oltre a quattro naturalizzati tedeschi e uno slovacco.

Poche novità tra le fila germaniche, tra le quali l’esordio in porta del portiere di riserva Jenike al posto di Treutle. Dal canto suo il coach del Team Canada, Kevin Deneen, ha lasciato a riposo i vari Micflikier, Gagnon, Vukovic e Climie, confermando l’ottimo Fucale tra i pali.

Il portiere canadese ha dovuto attendere un po’ prima di vedersi veramente impegnato, mentre sull’altro fronte i solleciti a Jenike sono comparsi subito. La bella rete di Fabbro, con un polsino preciso e il palo colpito da Lapierre hanno legittimato la superiorità canadese vista nel primo periodo, con i rappresentati della foglia d’acero sempre più fluidi e veloci nelle loro manovre, al cospetto della compagine avversaria più legata e con poche idee.

Non è bastato nemmeno il pareggio subito in entrata di secondo tempo ottenuto da Reimer in powerplay a cambiare le sorti del match, incassato questo colpo i canadesi hanno ripreso a dominare e praticamente non hanno quasi più permesso che Fucale corresse pericoli.

Solo una discesa di Brandon Buck successiva al pareggio e un due contro uno ben rintuzzato dal portiere dei Fort Wayne Komets sono infatti da segnalare sul taccuino come tentativi dei tedeschi.

Quasi con naturalezza Winnik ha ripreso il vantaggio per i suoi al 25′, poi Ebbett, Dalpe e Knelsen in sequenza hanno affondato gli Ice Tigers in meno di 7 minuti portando il risultato sul 5-1. Tutte reti da distanza ravvicinata, tanto per confermare quanto i canadesi sapessero penetrare con facilità nello slot basso davanti a Jenike.

Musica cambiata di poco anche nel periodo conclusivo, Fabbro ha trovato la doppietta (secondo assist di serata di Lapierre) già al 42′, poi il match ha continuato ad essere un alternanza tra occasioni create dai canadesi e timide reazioni degli Ice Tigers subito messe sotto controllo e rese innocue, fino al gol di Mieszkowski al 58′ che ha reso (se possibile…) meno amara la pillola per gli uomini di Jiranek.

Con due vittorie piene nelle prime due partite del torneo anche il Team Canada si qualifica quindi per le semifinali, dove affronterà la vincente tra Metallurg Magnitogorsk e gli stessi Ice Tigers.


GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Coppa Spengler