Social Media HSHS

Inline

Nell’inline la capolista regala il primo punto al fanalino di coda

david

A questo anomalo Ferragosto dal sapore autunnale, con pioggie forti e temperature in caduta libera, la capolista Malcantone è riuscita ad addurre uno sciagurato quanto improprio tocco natalizio, regalando il primo punto della stagione al fanalino di coda del La Tour.

In classifica ben 31 punti separavano i ticinesi dai vodesi, ma in pista la voglia di riscatto del La Tour si è contrapposta al lassismo e alla sufficienza con la quale i ragazzi di Marzio Camponovo hanno affrontato la ripresa del campionato dopo la pausa estiva. Subito sotto per  2 a 0, i ticinesi hanno recuperato per poi passare sul 2-6… Ipotecando la vittoria?

Evidentemente no: qualche penalità di troppo ed un paio di ingenuità difensive hanno permesso ai padroni di casa di riacciuffare il pareggio poco prima dell’ultimo riposo. Nel periodo conclusivo le squadre si sono affrontate a viso aperto e quando ormai sembrava che il Malcantone potesse portare a casa i tre punti, anche grazie al poker realizzato da un ritrovato Matteo Cassina, una rocambolesca autorete ha mandato tutti ai supplementari, nei quali ci ha pensato Alan Baggiolini a regalare almeno 2 punti a questo inguardabile e deludente Malcantone, che vince sulla carta per 9-10, ma perde di fatto un punto sulla concorrenza in vetta alla classifica.

Sabato 22 agosto sul campo del Givisiez, capitan Alberti e compagni dovranno cambiare drasticamente atteggiamento se non vorranno rischiare di gettare alle ortiche una stagione fin qui da incorniciare.

Nel primo impegno del “Doppelspiel” in trasferta, sabato il Sayaluca ha perfettamente gestito il fuoco di paglia incendiato dai giurassiani del Courroux, che hanno sorpreso i ticinesi in entrata, portandosi sul 2-0, prima di subire il ritorno degli ospiti nel periodo centrale, per poi perdere definitivamente ogni speranza nell’ultimo terzo e arrendersi ai più solidi e convincenti luganesi sul punteggio di 2-6.

Domenica invece, il Bienne Seelanders, estromesso dalla Coppa Svizzera 7 giorni prima proprio dal Sayaluca, ospitava i ticinesi con una dozzina di denti avvelenati. Come da pronostico è stata una partita avvincente e agguerrita, ma anche molto corretta ed il pubblico ha potuto apprezzare le qualità tecniche e atletiche dei molti talenti presenti in pista. Sull’asfalto amico i bernesi sono apparsi più frizzanti e concreti, riuscendo ad imporre il proprio ritmo e portandosi sul 6-3, a 20 minuti dal termine.

Il 6-4 di Raffaele Meli a 6 minuti dall’ultima sirena ha riacceso le speranze dei ticinesi, che si sono scontrati con la classe dell’estremo difensore bernese Raphael Friedli. Alla fine un meritato 7-5 per il Bienne Seelanders, che però sta mostrando di non essere lo squadrone imbattibile decantato finora. Nella sconfitta, sicuramente un segnale positivo per le ambizioni del Sayaluca, che continuerà la sua rincorsa verso la vetta, sabato 22 agosto alle 17.00 al Palamondo di Cadempino, contro il vicecampione svizzero in carica del Rossemaison.

La partita verrà anticipata da quella degli juniores del Sayaluca, che alle 14.00 affronteranno gli juniores del Rossemaison.

Anche le donne del Rossemaison saranno in Ticino, infatti domenica 23 agosto alle 14.00, sfideranno le ladies del Novaggio Twins, che riprendono la corsa alla volta del quinto titolo nazionale in 9 anni.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline