Social Media HSHS

Inline

Nell’inline bastano due partite ai Tigers di Paradiso per festeggiare la salvezza

Sono bastati due incontri di spareggio per decretare la salvezza dei Paradiso Tigers, che l’anno prossimo militeranno ancora in prima lega. Dopo essersi facilmente sbarazzato del La Broye nella serie di play-out di prima lega, i ragazzi di capitan Barray hanno annichilito le speranze di promozione del Lechelles II, parso troppo leggero e inesperto per i solidi ticinesi.

Vinta gara 1 in quel di Lechelles per 7 a 2, davanti al pubblico della Sguancia di Paradiso i tigrotti hanno dato spettacolo e strapazzato gli ospiti sul punteggio lapidario di 13 a 2. Da notare le prestazioni superlative di Dario Brughera e Alain Pasqualino, autori rispettivamente di 6 e 5 reti.

Tutto bene quel che finisce bene, se però analizziamo il potenziale di questa compagine, questo risultato pare ben poco lusinghiero. Ne abbiamo parlato con Livio Rimoldi, estremo difensore e factotum del Paradiso Tigers: “È stata una stagione difficile, condizionata da alcuni infortuni di peso”, ci spiega Rimoldi, la cui squadra ha terminato la stagione con la miglior difesa ed il quarto miglior attacco.

Statistiche da capogiro che non sono bastate ad evitare gli ingrati play-out, affrontati “con impegno e spirito di sacrificio”. Sicuramente, il grande equilibrio che ha contraddistinto il campionato di prima lega ha giocato un ruolo decisivo e alla fine ai tigrotti è mancato un misero punticino per risparmiarsi gli infausti spareggi.

Dunque, solo uno spavento a cui ha fatto eco una bella botta di motivazione in vista della stagione prossima. Obiettivi? “Pista nuova, settore giovanile, playoff e ancora più festa” conclude, felice, Livio Rimoldi, a cui auguriamo tanto successo!

Così, mentre il Rossemaison è ad un passo dall’ennesimo titolo di campione svizzero, poiché avanti per 2 a 0 nella serie di finale best of five dei playoff di LNA contro il Bienne Seelanders, in Ticino impazza il “mercato” e soprattutto le voci di corridoio riguardo ad eventuali “acquisti”, che però potranno essere confermati appena il 15 gennaio 2020, quando scade il termine ufficiale per i trasferimenti.

Si vocifera, per esempio, che alcune punte di diamante del Malcantone di LNA siano pronte a partire in direzione Palamondo di Cadempino, mentre di sicuro c’è solo il nuovo duo di allenatori, Angelo Petraglia e Kevin Schuler, alla transenna del Malcantone nel 2020.

Mentre il freddo si fa largo alle nostre latitudini, tutti i settori giovanili ticinesi vanno avanti con allenamenti e amichevoli per tutto l’inverno in vista di una nuova e appassionante stagione di skater-inline hockey.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline