Social Media HSHS

Interviste

Morini: “Reagiamo alle difficoltà trovando energie che non sapevamo nemmeno di avere”

L’attaccante ha analizzato la vittoria di sabato: “Siamo stati ancora più disperati del solito, e questa è stata la chiave. Ora lo Zurigo sentirà la pressione e mercoledì sarà battaglia… Vogliamo tornare alla Resega per Gara 7”

LUGANO – Volti ovviamente felici, ma sguardi comunque concentrati in casa bianconera dopo la seconda vittoria casalinga che prolunga la serie di finale di almeno ancora una partita.

Un successo meritato da parte del Lugano quello di sabato sera, con Giovanni Morini che spiega come la chiave sia stata “l’intensità che abbiamo portato in pista, abbiamo davvero dato tutto e chiaramente sapevamo che dovevamo giocare così. Non è che le altre partite non avessimo questo in programma, però sabato sera con le spalle al muro magari siamo riusciti a giocare con ancora più “disperazione”, nel senso buono del termine, e questa è stata sicuramente la chiave della nostra partita”.

Prestazione positiva anche a livello personale per il giovane centro bianconero, capace di trovare un assist per la terza partita consecutiva, ma “onestamente non guardo neanche queste cose, l’importante è vincere. Preferisco non fare punti, basta che la squadra vinca”.

Uno degli episodi chiave della partita è stato sicuramente la rete trovata dopo soli 27 secondi, segnatura che alla fine si rivelerà essere il game winning goal di gara-5.

“Volevamo partire forte per far capire fin dall’inizio che tipo di partita avevamo intenzione di giocare e abbiamo trovato subito questo gol grazie a un fantastico primo cambio. Questo ci ha dato energia, fiducia e ancora più spinta e sicuramente è stato un vantaggio partire con questo 1-0. Nonostante ciò tutta la partita è stata una battaglia fino alla fine, loro anche sul 4-0 non hanno mollato di un millimetro”.

La squadra di Greg Ireland sabato sera, oltre agli infortunati di lungo corso, ha dovuto fare a meno anche di Luca Cunti, ma ancora una volta i bianconeri si sono dimostrati più forti di qualsiasi avversità.

“Chiaramente quando mancano giocatori importanti, tutti gli altri devono dare qualcosa in più ed essere più responsabilizzati. Questa stagione la costante della nostra squadra è forse stata che ogni volta che andavamo in difficoltà per qualche infortunio, siamo riusciti a trovare energie o soluzioni che magari non pensavamo nemmeno di avere”.

Anche la seconda dolorosa sconfitta consecutiva all’overtime non è riuscita a piegare il Lugano, che ha mostrato la resilienza tanto cara ed elogiata dal suo allenatore.

“Da un lato nei playoff si dice sempre che perdere 8-0 o all’overtime è la stessa cosa, hai perso una partita e basta. Chiaramente perdendo all’overtime magari c’è un po’ di più di rammarico, però bisogna dimenticare ed essere pronti a ripartire nella prossima partita. Questo è anche il bello dei playoff, hai subito l’occasione di reagire”.

Per continuare a cullare il sogno dell’ottavo titolo, il Lugano dovrà per forze di cose riuscire ad espugnare per la prima volta in stagione l’Hallenstadion. Il numero 23 bianconero si aspetta una partita che “sarà davvero una lotta. Anche loro sentiranno tanta pressione, ci aspettiamo davvero una battaglia su ogni disco e alla fine i piccoli duelli alle balaustre saranno quelli che alla lunga faranno la differenza nella prossima partita. Noi sicuramente daremo tutto per portare la finale a Gara 7”.

Come quasi sempre in questi playoff, anche in Gara 5 la prima linea bianconera ha mostrato una prestazione maiuscola che ovviamente viene tributata anche dai compagni di squadra. “Penso che non ci siano aggettivi per descrivere il modo in cui sta giocando la prima linea. Offensivamente ci hanno trascinato fino a qua, è inutile nasconderlo”.

Con una sola rete subita in tre partite in casa, il Lugano sta inoltre mostrando una solidità impressionante nel clima assordante della Resega.

“Sicuramente l’ambiente qui in casa per una squadra avversaria è destabilizzante. Il pubblico ci spinge tantissimo, è la pista più calda di tutta la lega e noi siamo riusciti a dare di più a livello di intensità, curando meglio anche alcuni dettagli. Sappiamo che la Resega dà grande energia e motivazione e sicuramente i nostri tifosi meritavano questa vittoria”, conclude Morini.



Redattore. Dominick von Burg si occupa in particolar modo della copertura post partita delle partite dell'HC Lugano. Studente in Scienze della Comunicazione.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Altri articoli in Interviste