Social Media HSHS

NHL

Si aspetterà sino all’ultimo, ma un accordo pare imminente

(NHL.com)

Con l’avvicinarsi sempre di più di quella data – non ancora definita con precisione – dopo la quale il campionato NHL non avrebbe alcun senso nel ricominciare, sempre più indiscrezioni stanno affiorando in vari media d’oltre oceano circa un possibile accordo in extremis tra le due parti.

Dopo le infruttuose discussioni alla presenza di mediatori avvenute negli scorso giorno, infatti, il gigante dell’informazione sportiva ESPN sarebbe stato informato da un anonimo membro della NHL circa un imminente accordo che potrebbe finalmente porre fine al lockout.

Stando a quanto riportato, la NHL avrebbe messo sul tavolo una proposta per un nuovo CBA dalla durata di nove anni, con la possibilità per entrambe le parti di rivedere l’accordo dopo sette stagioni. La durata massima di un contratto per i giocatori verrebbe ridotta a sei anni, con l’opzione di aumentare tale limite sino a otto campionati nel caso in cui un giocatore fosse da almeno cinque anni nella stessa franchigia.

ESPN ha inoltre fatto riferimento a due giocatori che avrebbero valutato l’offerta come meritevole di essere messa ai voti all’interno dell’NHLPA. Ad ogni modo, anche se questa presunta proposta dovesse essere accettata, difficilmente la lega riuscirebbe a mettere in piedi un campionato di più di 48 partite.

Questa notizia conferma quanto scritto tramite Twitter poche ore fa dal noto giornalista di CBS Sports, Steve Burton:

[blackbirdpie url=”https://twitter.com/WBZSteveBurton/status/279445271065280512″]

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL