Social Media HSHS

Interviste

Lapierre: “Siamo consapevoli della nostra forza, continueremo a lottare”

L’attaccante canadese viene da una stagione eccezionale a livello personale: “A Lugano ho fatto grandi passi avanti”, e su Taylor Chorney: “Mette la squadra e i compagni davanti a ogni cosa”

LUGANO – Dopo un’estate passata a sudare tra palestra e piste d’atletica finalmente anche il Lugano è sceso in pista per i primi allenamenti con i pattini ai piedi.

Una seduta intensa quella di lunedì mattina alla Cornèr Arena, ma con i volti sorridenti dei giocatori, tra i quali quello di Maxim Lapierre: “Sì, finalmente siamo tornati sul ghiaccio! È indubbio che tutta la preparazione fatta d’estate a secco sia quella che ci fa ripartire, ma quando ritrovi il ghiaccio poi hai una marcia in più”.

Maxim Lapierre, oltretutto tra pochi giorni (mercoledì sera) è in programma la prima amichevole, come vedi l’inserimento dei nuovi ragazzi in squadra?
“Si sono inseriti subito alla grande, sono dei grandi professionisti, alcuni li conoscevo per averli avuti come avversari e tutto sta andando bene. È stato bello ritrovarsi tutti sul ghiaccio, c’è un ottimo ambiente e una grande voglia di lavorare per ripartire”.

Ci sono aspetti particolari su cui avete lavorato prima di ritrovare pattini e bastoni?
“Non ci sono aspetti particolari, diciamo che il programma è piuttosto simile da quando sono a Lugano, e ciò mi ha permesso comunque di fare dei grossi passi avanti. Speriamo di poterli fare anche in questa stagione”.

L’ultima stagione per te è stata la migliore da quando sei in Europa, nei playoff sei andato alla grande giocando all’ala. Pensi sia un ruolo che ricoprirai durante la prossima stagione?
“Credo che un giocatore debba essere pronto nella sua carriera ad adattarsi a compiti diversi. Avevo già giocato all’ala in passato e quindi sapevo bene cosa fare. Se dovrò continuare a farlo anche la prossima stagione non ci saranno problemi, perché effettivamente nei playoff è funzionato alla grande. Vedremo, è una decisione che dovrà prendere il coach e per me sarà indifferente”.

Il campionato alle porte si annuncia ancora durissimo, le squadre migliori si sono rinforzate ulteriormente, voi siete pronti per fare quel passo che ancora manca?
“Noi dovremo semplicemente concentrarci nel fare le cose giuste che abbiamo fatto la scorsa stagione, poi alla fine è questione di dettagli. A vincere l’ultima finale sono stati gli ZSC Lions, ma non posso rimproverare nulla alla squadra, abbiamo fatto tutto quello che era nei nostri mezzi e anche di più in certe situazioni. Personalmente non guardo le squadre avversarie, perché so che il Lugano ha tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo. Ma non guardiamo troppo in là, stiamo aspettando la prima partita di campionato contro il Davos, poi andremo avanti passo per passo”.

Tra i volti nuovi c’è Taylor Chorney, da cui ci i tifosi si aspettano molto. Lui si è affidato a te per l’inserimento in squadra e nella città, cosa ci puoi dire di lui?
“È un uomo che mette la squadra davanti a tutto, pronto ogni giorno a fare qualsiasi cosa per gli altri. Ha grande esperienza e la dispensa anche in allenamento ai compagni, sono sicuro che saprà portare tutto ciò che un difensore del suo calibro ha accumulato nella sua carriera”.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment

Altri articoli in Interviste