Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì di Pelletier non decolla a Kloten, severa sconfitta per 6-2

PARTITA PRESENTATA DA

KLOTEN – Dopo aver ottenuto ben sei punti nelle sue prime tre uscite con l’Ambrì Piotta, Serge Pelletier ha dovuto assaporare il gusto amaro della sconfitta nei 60 minuti alla Kolping Arena di Kloten, dove i padroni di casa sono riusciti ad imporsi con il severo risultato di 6-2, frutto per i leventinesi di poca concretezza e precisione in attacco e di una fase difensiva in questa trasferta apparsa piuttosto annebbiata.

Che la serata si sarebbe rivelata nefasta per i biancoblù, d’altronde, lo si era capito già dai primi scampoli di gioco. L’Ambrì si è infatti presentato sul ghiaccio senza la necessaria concentrazione e compattezza per poter sperare di arginare l’immediato incedere dei Flyers che, senza farsi pregare, sono andati immediatamente in vantaggio dopo un paio di minuto con Herren, colpevolmente lasciato solo dalle parti di Schaefer.

(A. Branca)

Ritrovatisi in svantaggio gli ospiti hanno provato a reagire, costruendosi un paio di occasioni interessanti con Lakhmatov e Pestoni, ma una certa imprecisione che accompagnerà poi i ticinesi sino al 60esimo non ha permesso loro di mettere alle spalle del bravo Lukas Meili (in pista al posto dello squalificato Rüeger) quei dischi che in alcuni frangenti avrebbero anche potuto cambiare l’inerzia ed il momentum della partita.

Quando Noreau ha insaccato con uno dei suoi tiri dalla blu il 2-1 al 33’30”, infatti, l’Ambrì sembrava avere le armi per poter inscenare una rimonta simile a quelle della passata settimana. In fase difensiva, però, nell’occasione poco ha funzionato, e l’autogol sul conto di Reto Kobach (rete assegnata a Brooks Leich) un paio di minuti dopo in powerplay ha tagliato le gambe all’Ambrì e ben racchiude l’essenza di una serata in cui, pur con tanta buona volontà, non si è trovato modo di venire a capo del proprio avversario. Sicuramente un peccato, visto che durante il secondo tempo l’Ambrì si era fatto preferire per buona parte al Kloten.

(A. Branca)

Di positivo c’è infatti sicuramente l’attitudine dimostrata, considerando che anche dopo essere andati in svantaggio di 4-1 ad una quarantina di secondi dal termine del periodo centrale, i biancoblù hanno provato perlomeno a costruire qualcosa senza arrendersi. Alcune ghiotte occasioni sono anche arrivate sui bastoni ospiti, ma i vari Pestoni, Duca e compagni non sono riusciti ad insaccare. L’unico in grado di esultare è stato infatti Reichert ad una decina di minuti dal termine quando, su bel passaggio di Schlagenhauf effettuato disteso sul ghiaccio, ha riacceso una piccola fiammella di speranza.

Il tutto è stato però contrappesato ancora una volta da una tenuta difensiva approssimativa, con tanta lentezza ed alcuni errori di valutazione e posizionamento che hanno permesso a Santala e Walser di portare il risultato sino al serio 6-2 finale. Indubbiamente in vista del derby di venerdì parecchi aspetti in retrovia andranno rivisti e sistemati, soprattutto perché in questo senso nello scorso weekend si era potuto ammirare una squadra con un livello di concentrazione ed intensità più alto.

(A. Branca)

In virtù della roboante vittoria del Langnau sul Rapperswil (5-1 il risultato finale), l’Ambrì è ritornato ai piedi della classifica, con soli 13 punti conquistati in 18 partite. A tutto questa va aggiunta anche la bandiera bianca alzata da Jason Williams nelle fasi finali del match, quando è rientrato anticipatamente negli spogliatoi lamentando un problema agli adduttori che ne mettono in dubbio la sua presenza al derby di venerdì.

Proprio la carica emotiva della sfida cantonale sembra arrivare al momento giusto e, dando per scontato un’ambiente incandescente alla Valascia, si spera che i biancoblù possano trovare immediatamente quelle sensazioni che avevano permesso loro di stringere i denti e conquistare la vittoria contro gli ZSC Lions.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta