Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì manca il sorpasso, il Rapperswil vince in rimonta

rapperswil

PARTITA PRESENTATA DA

RAPPERSWIL – Non ce l’ha fatta l’Ambrì Piotta a sconfiggere il Rapperswil e a conquistare così il decimo posto in classifica. Dopo la bella prestazione fornita a Zugo, infatti, gli uomini di Pelletier hanno gettato al vento la possibilità di fare un importante passo avanti in classifica e, cosa probabilmente più importante, dimostrare di essere progrediti anche dal punto di vista della gestione dello stress e del risultato. L’Ambrì ha mostrato il meglio di se per due tempi, ritrovandosi nella posizione di vincere la partita e di conquistare dei punti pesanti, ma tutto è crollato come il proverbiale castello di carte negli ultimi 20 minuti.

Duca e compagni, invece, hanno posto delle ottime basi per la loro prestazione in una decina di minuti nel primo tempo, ed hanno vanificato clamorosamente il tutto nello stesso lasso di tempo nel periodo conclusivo. I biancoblù hanno infatti iniziato il match come meglio non avrebbero potuto, trovando immediatamente il vantaggio con Marco Pedretti, siglando il raddoppio con Inti Pestoni (alla terza segnatura nelle ultime tre partite) alla prima occasione avuta in powerplay, e trovando addirittura il 3-0 al 14’31” con Jason Williams.

DSC_9594(© A. Branca)

Certo, Luca Camperchioli aveva riportato sotto i padroni di casa ad un solo minuto dalla prima sirena, ma uno score parziale di 3-1 dopo i primi 20 minui di gioco rappresentava comunque un ottimo risultato su cui impostare il resto della partita in trasferta. Una penalità di Pedretti ha però fatto dubitare probabilmente per la prima volta la truppa leventinese, con Peter Sejna che al 25’23” ha ridotto ad una sola rete lo scarto tra le due squadre.

In quell’occasione, però, l’Ambrì aveva evitato di capitolare ed ha rimesso immediatamente le cose in chiaro ancora grazie a Williams, ultimamente in grande vena realizzativa ed autore del 4-2 che, alla seconda pausa, pareva assicurare ai biancoblù un terzo tempo di contenimento.

Con l’inizio del periodo conclusivo, però, la situazione è letteralmente precipitata per l’Ambrì. Una serie troppo lunga di penalità (alcune discutibili) e l’incapacità di reagire all’euforia locale si è tradotta in un clamoroso passivo di addirittura 5-0, che ha così portato i Lakers ad imporsi incredibilmente con il risultato finale di 7-4. Dopo aver messo a segno la rete dell’aggancio con Kolnik, al 51’02 Michel Riesen ha regalato ai suoi il gol del pareggio, seguito poi a ruota solamente 11 secondi dopo dal primo vantaggio locale della serata firmato da Hürlimann.

DSC_7926(© A. Branca)

Oramai in balia degli eventi ed incapace di reagire, i biancoblù non sono più riusciti a farsi vivi dalle parti di Jonas Müller, sceso in pista al posto dell’assente David Aebischer e che, per i primi due tempi di gioco, non aveva certo brillato particolarmente. Ma tant’è, con l’Ambrì oramai assente dal ghiaccio ed il Rapperswil ben conscio di aver stordito in maniera fatale l’avversario, sono piovute anche le pesanti segnature di Sejna e Riesen, che hanno così rispedito al mittente le velleità di sorpasso dei ticinesi.

Inutile evidenziare nuovamente quanto male faccia perdere partite del genere, soprattutto osservando il modo in cui si sono sviluppati gli eventi. La rete del 4-2 di Williams, in particolar modo, aveva dato di che sperare ai tifosi biancoblù, ma purtroppo l’Ambrì è finito nuovamente per farsi sopraffare dall’avversario – più a livello mentale che fisico – nei momenti cruciali dell’incontro e, in definitiva, anche della stagione.

DSC_2713(© A. Branca)

Peccato, inoltre, perchè ottenendo i tre punti si avrebbe avuto la possibilità di insidiare il Kloten ottavo, chiamato sabato a scendere alla Valascia per un incontro che avrebbe in quel caso rappresentato la prima reale opportunità di riaccendere un lumicino di speranza nel superare la linea dei playoff. Per questo, però, evidentemente ci sarà ancora da aspettare…

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta