Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì con 1.7 milioni di deficit, stipendi in ritardo

1620743_611412235611816_270333455_n

AMBRÌ – La notizia era nell’ambiente era nell’aria, ed il Journal de Jura giovedì l’ha portata a galla. L’Ambrì Piotta è nuovamente confrontato con un problema di liquidità, che ha sinora portato ad un ritardo nel pagamento dei salari di marzo e aprile, con i giocatori che sono stati informati negli scorsi giorni sulla situazione dal presidente Lombardi.

“Il club si trova confrontato con dei problemi di liquidità – si legge nella mail inviata dal Presidente – il consiglio d’amministrazione sta lavorando duramente per far fronte, come in passato, ai suoi impiegni con i giocatori, il personale e gli altri creditori. Sono dispiaciuto di informarvi che i salari di marzo e aprile saranno versati con un ritardo di alcune settimane”.

Stando alle ultime notizie i salari di marzo sarebbero stati versati questo martedì, ma nell’ambiente c’è incertezza per gli stipendi di aprile e i premi partita. Riguardo a questi ultimi, stando a quanto si legge su il Journal du Jura, infatti, ad esempio la passata stagione Maxim Noreau avrebbe dovuto attendere sino a novembre.

Il debito strutturale dell’Ambrì Piotta si aggirerebbe attorno agli 1.7 milioni di franchi, come ammesso da Alain Vetterli. Questo ha generato nel corso della stagione anche alcuni problemi “collaterali” come quello del materiale, con Interhockey che ha deciso a campionato in corso di cessare la fornitura a causa di diverse fattura impagate.

Ulteriori informazioni e un interessante parallelismo con la situazione di Bienne la trovate cliccando qui.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta