Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì cerca il break a Rapperswil con una formazione confermata

garage3

AMBRÌ – Fare il break e giocarsi il primo match ball giovedì sera. Sarebbe questo lo scenario perfetto in cui vorrebbe ritrovarsi l’Ambrì Piotta nella serie di playout contro il Rapperswil, ma tra il proverbiale “dire e il fare” ci sarà ancora una volta una squadra sangallese dura, determinata e pronta a vendere carissima la sua pelle ai leventinesi.

Al termine delle prime tre sfide, infatti, le due squadre non sono mai state divise da più di una rete, ed in generale il momentum delle partite è oscillato vistosamente, anche a rispecchiare il livello delle ultime due della classe, che non hanno certo fatto della costanza la loro arma vincente.

L’ultima uscita è però stata probabilmente la migliore della serie per l’Ambrì Piotta, che ha lasciato l’iniziativa ai Lakers sostanzialmente solo nelle primissime battute del match e in parte dell’overtime. I biancoblù non sono però riusciti ad “ammazzare” la partita quando ne avevano l’occasione, abilità questa che dovrà essere nelle corde dei ragazzi di Pelletier in trasferta, se davvero si vorrà mettere a segno il colpaccio.

Se il powerplay del Rapperswil – alimentato soprattutto dai suoi stranieri – faceva parecchio paura, ad avere davvero fatto la differenza con gli special teams sono stati sinora i biancoblù, capaci di ottenere cinque delle sette reti messe a segno in superiorità numerica. La formazione di Elberink sinora di gol in powerplay ne conteggia invece solo due.

Come anticipato lunedì da Andrea Torreggiani, coach Pelletier si affida alla filosofia di confermare in toto una squadra vincente, e manderà così in pista la stessa identica formazione vista all’opera sabato alla Valascia.

Bouillon completerà dunque il quartetto di stranieri formato da Giroux, Hall e Aucoin, mentre in sovrannumero ci saranno Masalskis, O’Byrne, Grieder, Poudrier e Forget. Come 13esimo attaccante è confermato Lukas Lhotak, utilizzato praticamente solo nella seconda parte di gara nell’ultima uscita, ma che potrebbe rappresentare un “jolly” importante. Sempre infortunati invece Grassi, Gautschi e Fuchs.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta