Social Media HSHS

Lugano

Lajunen non può allenarsi, rubato il suo borsone dopo l’amichevole a Biasca

Il finlandese aveva depositato l’attrezzatura sul pullman della squadra, ma all’arrivo a Lugano si è accorto che la sua attrezzatura era sparita

LUGANO – L’Hockey Club Lugano informa che il giocatore Jani Lajunen non ha potuto allenarsi sul ghiaccio nella giornata di ieri e di oggi.

All’origine di questa spiacevole situazione il furto del borsone dell’attaccante finlandese, contenente tutto il materiale personale di gioco e soprattutto tutti i pattini in sua dotazione, avvenuto dopo la partita amichevole di martedì sera a Biasca contro i Ticino Rockets.

Lajunen aveva regolarmente depositato il suo borsone nel bagagliaio del pullman della squadra prima di tornare all’interno della Raiffeisen BiascArena per la cena con i compagni e lo staff. All’arrivo del bus alla Resega ci si è tuttavia resi conto che il borsone era sparito.

I pattini sono notoriamente una parte delicata e molto personalizzata dell’equipaggiamento di un giocatore professionista, in modo particolare nei primi giorni della preparazione sul ghiaccio dopo la pausa estiva.

Per questo motivo la società bianconera invita chiunque avesse informazioni sull’autore del furto o sulla dinamica dello stesso a segnalarle all’Hockey Club Lugano tramite i diversi contatti telefonici o via email.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Lugano