Social Media HSHS

Ambrì Piotta

La Tissot Arena resta stregata, in Coppa l’Ambrì crolla nel finale

Avanti per 3-1 nel terzo tempo, i biancoblù si fanno recuperare negli ultimi minuti e poi perdono all’overtime. Biancoblù eliminati e infortunio per Sabolic

La Tissot Arena resta stregata, in Coppa l’Ambrì crolla nel finale

BIENNE – AMBRÌ

4-3

(1-2, 0-1, 2-0; 1-0)

Reti: 1’08 Künzle (Moser, Kessler) 1-0, 1’39 Flynn (D’Agostini) 1-1, 8’16 Kneubuehler (Goi) 1-2, 22’43 Sabolic (Hofer, D’Agostini) 1-3, 52’47 Künzle 2-3, 57’45 Künzle (Fey) 3-3, 61’17 Künzle (Rathgeb, Fuchs) 4-3

Note: Tissot Arena, 3’303 spettatori. Arbitri Tscherrig, Borga; Kaderli, Kehrli
Penalità: Bienne 7×2′, Ambrì 6×2′

BIENNE – Sembrava poter finalmente cadere la maledizione della Tissot Arena, ed invece la Coppa Svizzera ha riservato nuovamente un boccone amaro all’Ambrì Piotta, che non è riuscito a condurre in porto una partita che vedeva meritatamente in vantaggio di due reti i biancoblù sino a 7’ dalla terza sirena.

Quel gol segnato in maniera un po’ sporadica da Fuchs ha però risvegliato il Bienne, che dopo qualche minuto di spinta è riuscito anche ad arrivare al 3-3 di Künzle, che sul fronte leventinese ha rappresentato una beffa.

La squadra di Cereda – che dovrà dunque attendere per ottenere la sua prima vittoria in casa dei seeländer – aveva infatti avuto diverse opportunità per trovare quella quarta rete che avrebbe mandato agli archivi l’ottavo di finale, ma il gol non è arrivato ed il Bienne ha poi saputo trarre il massimo dal finale di gara.

Complessivamente la sfida ha vissuto le sue fasi più importanti ai lati del match, ovvero nella prima decina di minuti del primo tempo e poi nel burrascoso finale, sfociato nella segnatura all’overtime di Künzle (poker per lui!) che ha concluso la “frittata”.

Nei primi 100 secondi di gioco si erano invece fatte registrare la rete d’apertura dello stesso Künzle e l’immediato pareggio di Flynn, prima che Kneubuehler portasse avanti l’Ambrì Piotta grazie ad uno spunto personale da rivedere.

Dopo un primo tempo in cui era stato il Bienne ad evidenziare le iniziative offensive più costanti, i biancoblù si sono fatti preferire in un periodo centrale in cui Sabolic ha permesso ai suoi di allungare sul 3-1 grazie ad una bella conclusione in powerplay.

A metà periodo però lo sloveno ha rimediato un infortunio (intervento scoordinato e con tutte le probabilità falloso di Künzle) che lo ha costretto a ritornare negli spogliatoi sostenuto dai compagni. L’infortunio sembra riguardare il ginocchio destro, ma si attendono aggiornamenti. Künzle è invece è rimasto impunito per l’accaduto ed in definitiva la sua presenza in pista si è rivelata decisiva.

Con le due squadre in pista con delle formazioni praticamente titolari – nell’Ambrì a riposo Plastino e Pinana, Hrachovina tra i pali – il match si è un po’ “perso” nella sua porzione centrale, con diverse penalità e decisamente meno ordine e linearità su ambo i fronti.

Nel terzo tempo i biancoblù hanno comunque avuto delle interessanti opportunità di allungare ulteriormente nel punteggio, in particolare con un 3-contro-1 da cui si è ricavato solamente un powerplay a proprio favore.

Anche quest’anno dunque i leventinesi hanno salutato la Coppa nelle prime fasi, al termine di un match che lascia una certa frustrazione per lo svilupparsi degli eventi, con la sfida che ha preso velocemente una piega sbagliata dopo uno sviluppo piuttosto lineare che si credeva potesse premiare i biancoblù.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta