Social Media HSHS

Nazionale

La Svizzera tiene due tempi poi crolla davanti alla Svezia

La U20 di Wohlwend tiene agganciata la corazzata nordica sul 3-2 fino alla seconda sirena, poi subisce altre quattro reti nel periodo finale

BUFFALO – Già qualificata per i quarti di finale, grazie alla vittoria sulla Bielorussia e la sconfitta di quest’ultima contro la Russia, la Svizzera di Wohlwend è stata sconfitta con un secco 7-2 da parte dei pari età della Svezia.

Contro una delle formazioni più talentuose del torneo, con prospect del calibro di Elias Pettersson, Lias Andersson, Alexander Nylander e il precoce Rasmus Dahlin, Riva e compagni ben poco hanno potuto, con comunque il merito di tenere il match su binari equilibrati fino al terzo periodo.

Le reti di Nicolas Müller e Marco Miranda avevano infatti parzialmente risposto ai due gol di Lias Andersson e al terzo ad opera di Jonsson Fjallby, quest’ultimo caduto purtroppo in situazione di power play per i rossocrociati.

Arrivati alla seconda pausa sul 3-2 per la nazionale delle tre corone, gli svizzeri hanno accusato il crollo nel periodo conclusivo, subendo altre due reti da Elias Pettersson (tripletta per la quinta scelta assoluta dei Canucks) intercalate da quelle di Tim Soderlund e Fabian Zetterlund per il pesante 7-2 finale.

Il prossimo impegno per gli elvetici è datato per domenica 31 dicembre alle 18.00 (ora svizzera) contro la Repubblica Ceca, per cercare di agganciare posizioni migliori in vista dei quarti di finale.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale