Social Media HSHS

Nazionale

La Svizzera sperimentale si impone per 3-2 sulla Slovacchia

(Wikimedia Commons)

È partita con il piede giusto l’avventura della Nazionale svizzera alla Deutschland Cup, con gli uomini di Simpson che si sono imposti per 3-2 contro la rappresentativa slovacca al termine di una partita molto combattuta e piuttosto interessante. Pur essendo un semplice torneo amichevole le motivazioni per far bene sono molte, in quanto i giocatori sono alla ricerca dell’importante convocazione ai Mondiali, mentre il coach dopo gli ultimi fallimenti è al centro di feroci critiche ed ha il difficile compito di vincere e convincere, nel tentativo di riportare l’opinione pubblica dalla sua parte

Subito avanti dopo 15’’ in virtù della marcatura dell’ex bianconerò Romy, ben servito nell’occasione da Bodenmann e Hollenstein, i rossocrociati hanno mantenuto saldamente tra le mani il pallino del gioco e pur senza siglare nuove marcature – ostacolati anche delle molte penalità incassate – hanno messo sotto senza troppe difficoltà gli avversari. Ci è però voluto un nuovo guizzo della linea di Romy nel secondo periodo per regalare ai confederati il raddoppio, questa volta messo a segno dall’attaccante dei Flyers, Bodenmann.

La rete di Marcel Hossa, fratello del ben più conosciuto Marian, aveva riacceso le speranze dei suoi sul finire del terzo tempo, ma la pronta risposta dello scatenato Bodenmann, autore di una bella doppietta, ha da subito rimesso le cose in chiaro.

(Wikimedia Commons)

Nel periodo conclusivo sono stati gli slovacchi a proporsi con più insistenza, ma un Martin Gerber in gran serata – ben 35 parate per lui – ed una difesa attenta e ben organizzata hanno concesso soltanto una marcatura alla compagine dell’est, che si è dunque dovuta inchinare ad Ambühl e compagni.

Una buona prestazione tutto sommato per questa Svizzera sperimentale ed incerottata, anche se giunta al cospetto di una formazione avversaria molto rimaneggiata e che non ha sicuramente convocato tutti i suoi migliori giocatori. Va comunque sottolineata l’ottima prestazione del terzetto Romy – Bodenmann – Hollenstein, che hanno regalato scampoli di grande hockey ed hanno messo in mostra una grande intesa. Discreta la prestazione del biancoblù Pestoni, che schierato in linea con Bärtschi e Walker ha fatto registrare un tiro in porta e 2’ di penalità. Discreto anche il debutto assoluto con la maglia rossocrociata del biennese Kparghai, che pur non brillando si è subito fatto notare con 4’ passati sulla panchina dei puniti.

Il prossimo impegno per la Nazionale è previsto per sabato pomeriggio alle 16.15, contro gli ostici padroni di casa della Germania che rappresenteranno sicuramente un test molto più probante. La via verso i Mondiali è ancora lunga, ma quanto visto oggi è sicuramente un buon punto di partenza in vista del futuro.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale