Social Media HSHS

Nazionale

La Svizzera si riscatta ed affossa il Team Canada addirittura per 6-1

(Wikimedia Commons)

MONACO – Dopo la brutta battuta d’arresto incassata contro i padroni di casa della Germania, la Nazionale si è prontamente riscattata nell’ultima giornata della Deutschland Cup infliggendo al Canada – vera delusione di questo torneo – un pesante passivo di 6-1.

Per quanto strano possa sembrare, erano stati proprio i nordamericani a portarsi avanti per primi grazie alla rete realizzata da Fraser al 7’10, facendo subito pensare al peggio ai supporter elvetici presenti a Monaco.

Contrariamente alle attese, invece, i confederati hanno rabbiosamente reagito, realizzando il punto dell’1-1 ancora nel primo tempo con Gardner, bravo a sfruttare la prima superiorità numerica della sua squadra. Ancora con l’uomo in più sul ghiaccio, specialità nel quale contro i teutonici gli uomini di Simpson avevano particolarmente deluso, Ramholt ha regalato il 2-1 ai suoi, mettendo alle strette i canadesi.

Il gol del 3-1 di Wick realizzato in entrata di terzo tempo ha poi definitivamente chiuso i giochi, con gli avversari che si sono definitivamente arresi e si sono semplicemente limitati a subire le iniziative di Ambühl e compagni. Logica conseguenza la pioggia di reti giunta negli ultimi minuti, con Ramholt e Wick che hanno perfezionato le loro personali doppiette e Romy che ha siglato l’ennesimo punto di questo torneo giocato a livello superlativo.

La vittoria con i canadesi è giunta in un momento importante e nonostante sia stata conquistata contro una compagine che non ha raccolto nemmeno un punto su tutto l’arco della competizione, ridà morale e fiducia a tutta la truppa. Battere il Canada rappresenta sempre un’importante iniezione di fiducia e tornare alla vittoria in maniera così larga dopo aver messo in mostra importanti carenze a livello offensivo regala pure una salutare boccata d’ossigeno anche ai nostri attaccanti. Da notare che il ticinese Pestoni è stato lasciato a riposo per questo incontro, sostituito dallo zugano Schnyder.

È importante non lasciarsi inebriare dal successo, la sconfitta con la Germania deve infatti fungere da importante monito perché saranno quelle le avversarie dirette che dovremo battere assolutamente ai Mondiali per puntare a risultati più ambiziosi, riuscire nel colpaccio per poi venire sconfitti nelle partite più “tranquille” è uno scenario che fin troppe volte si è presentato negli ultimi anni.

Un secondo posto alla Deutschland Cup non è comunque da sottovalutare, ma non deve nemmeno essere considerato come un grande successo. Il lavoro da fare è ancora molto e dovrà soprattutto essere indirizzato a risolvere il problema degli scontri diretti, quando con formazioni sulla carta più deboli e che giocano chiuse la Nati fatica da matti a trovare la via del gol e di conseguenza la vittoria.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale