Social Media HSHS

Inline

La stagione di skater hockey è pronta a partire, anche se per ora solo per le categorie giovanili

Al termine di un lungo digiuno agonistico dal sapore di interminabile pausa invernale, sabato 10 aprile scattano i campionati 2021 di skater hockey! “Covid oblige” saranno esclusivamente le squadre delle categorie giovanili a misurarsi nei vari campionati, mentre gli attivi dovranno per il momento accontentarsi di allenamenti senza contatto fisico, nell’attesa di un nulla osta da parte dell’Ufficio Federale dello Sport per ricominciare le competizioni a tutti i gli effetti.

La ricetta per il successo dello skater è semplice e divertente: una pallina, un bastone, un paio di pattini… e il gioco è fatto! Nella categoria mini, riservata ai bambini fino ai 12 anni di età, saranno Sayaluca, Capolago, Sorengo, Vedeggio e Novaggio a sfidarsi per tentare di conquistare i primi due posti e garantirsi così l’accesso alle finali svizzere che si terranno ad ottobre.

Soprattutto in questa categoria sono felicità e divertimento i veri parametri di successo, dove il tabellone elettronico serve principalmente a scandire il tempo, mentre il punteggio diventa irrilevante. Mancano all’appello i Rangers di Lugano, che cercheranno, anche grazie ai nuovi spogliatoi, di ripartire dai piccolissimi per creare a lungo termine un solido settore giovanile.

Le stesse società ticinesi si sfidano anche nella categoria novizi, per ragazzi e ragazze tra i 13 e i 15 anni, dove nello stesso girone ci saranno gli austriaci del Wolfurt e gli svittesi del Wollerau. In ottobre, le migliori compagini potranno giocarsi la promozione nel girone élite 2022. La buona notizia di questa categoria arriva dal Sayaluca, che è riuscito ricreare la squadra novizi sotto l’occhio attento del coach Bruno Bernasconi, mentre i giocatori dei Rangers Lugano, rimasti senza squadra, verranno integrati nelle file del Vedeggio.

Una collaborazione, quest’ultima, che troviamo anche nella categoria juniores (16-18 anni) dove Perucconi e Costantini allenano il neonato movimento giovanile Rangers-Vedeggio. “L’intesa è ottima e vogliamo consolidare il gruppo, giocandocela con tutte le squadre”, ci spiega Gianmarco Bianchini, responsabile del settore giovanile dei Rangers di Lugano.

L’intera società del Capolago sta lavorando sodo per rafforzare un settore giovanile in costante crescita. Nella categoria juniores, l’obiettivo è chiaro: “vogliamo rafforzare l’aspetto mentale della squadra e terminare nei primi quattro”, dichiara il coach Michele Fontana. Un obiettivo ambizioso, ma assolutamente realistico in un campionato svizzero a 7 squadre con play-off per il titolo in ottobre.

Anche il Sayaluca di Andrea Giovetto non è rimasto a guardare e durante l’inverno ha organizzato allenamenti, incontri e divertenti shooting fotografici, sempre nel rispetto delle norme, per tenere alto il morale dei giovani che “sono sicuramente i più colpiti dalle chiusure e dalle restrizioni”, afferma Giovetto, il cui slogan è “giocare con le gambe e vincere con la testa”.

Nonostante le rivalità, tutti gli agli attori chiave delle varie società ticinesi di skater hockey sono riusciti ad accordarsi in tempo record e programmare un’intera stagione agonistica.

A dare inizio alle danze saranno i novizi di Sayaluca e Sorengo, che si sfideranno sabato alle 10.00 nel Palamondo di Cadempino, seguiti dal Vedeggio, che domenica alle 12.00 al Parco vira di Savosa ospiterà il Wollerau. A causa delle restrizioni vigenti, per ora gli incontri si svolgeranno senza pubblico, ma nell’attesa di un’apertura ufficiale potrete seguirli sul sito della Federazione Svizzera di Inline Skater Hockey, www.fsih.ch.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment

Altri articoli in Inline