Social Media HSHS

Nazionale

La rivincita alla Svizzera che batte la Russia ai rigori, tagliato Herzog

svizzera
SVIZZERA – RUSSIA

3-2

(1-1, 1-0, 0-1; 0-0)

Reti: 09’52 Walker 1-0, 10’21 Galuzin (Chernov, Grigoriev) 1-1, 29’17 Hollenstein (Martschini) 2-1, 44’28 Plonikov (Shirokov) 2-2

Rigori: Shirokov, Loeffel, Suri

Note: P. des Mélèzes, 5’547 spettatori. Arbitri Kurmann, Vinnerborg; Espinoza, Tscherrig
Penalità: Svizzera 6×2′, Russia 4×2′

LA CHAUX-DE-FONDS – È riuscita la rivincita alla Svizzera che, nella seconda sfida contro la Russia nel giro di pochi giorni, si è imposta con il risultato di 3-2 dopo i rigori.

Glen Hanlon – che confermerà l’attuale selezione in Danimarca visto che la finale dei playoff è ancora in corso, ad eccezione di Herzog che tornerà a casa, come indicato da Andrea Torreggiani – ha proposto Conz tra i pali ed una formazione leggermente modificata, che vedeva le assenze di Blum e Brunner (leggermente acciaccato il bianconero) e l’impiego di Herzog quale 13esimo attaccante, mentre la prima linea è stata completata dalla “promozione” di Martschini.

SCHWEIZ, EISHOCKEY, HOCKEY, FREUNDSCHAFTSSPIEL, LAENDERSPIEL, RUSSLAND,(PHOTOPRESS/Laurent Gillieron)

Chi ultimamente sembra avere il feeling con il gol è però Julian Walker, alla terza segnatura in quattro partite ed autore venerdì sera della rete di apertura, giunta dopo una fase di powerplay non sfruttata.

Il pareggio russo è però assivato solamente 29 secondi più tardi, con una difesa rossocrociata piuttosto confusa che ha permesso a  Vladimir Galuzin di dare il primo dispiacere della serata a Conz.

La Svizzera aveva comunque mostrato buone cose ed ha dato nuovamente concretezza alla sua manovra a metà incontro, quando Denis Hollestein ha sfruttato al meglio un assist perfetto di Martschini. Il gol è arrivato in una fase in cui i russi apparivano stanchi sul ghiaccio a causa della pressione elvetica, ed anche il timeout chiamato un attimo prima da Oleg Znarok per far riposare i suoi non ha sortito l’effetto sperato.

SCHWEIZ, EISHOCKEY, HOCKEY, FREUNDSCHAFTSSPIEL, LAENDERSPIEL, RUSSLAND,(PHOTOPRESS/Laurent Gillieron)

I russi non hanno però mollato la presa e lo stesso Martschini è stato autore di un errore che ha favorito al pareggio ospite. La seconda rete di Sergei Plotnikov ha così costretto nuovamente le squadre all’overtime, che stavolta non è però bastato.

Ai rigori ha poi avuto la meglio la Svizzera, che proseguirà ora la sua preparazione in Danimarca, con una prima sfida con i locali prevista per giovedì 16 aprile.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Nazionale