Social Media HSHS

NHL

La protesta di Ovechkin è destinata a fallire. Tretiak: “Dovrà rassegnarsi e restare a Washington”

L’attaccante russo è sostenuto dal proprietario dei Capitals nella sua volontà di partecipare ai Giochi nonostante il “no” della NHL, ma la Federazione Russa la pensa diversamente

WASHINGTON – Il “grido di protesta” di Alexander Ovechkin – sostenuto dal proprietario dei Washington Capitals – in merito all’impossibilità per i giocatori NHL di partecipare alle prossime Olimpiadi verrà verosimilmente messo a tacere.

Nonostante l’attaccante russo abbia più volte dichiarato di volersi presentare sul ghiaccio sudcoreano ad ogni costo, la Federazione Russa ha preso posizione affermando che la superstar dei Capitals dovrà semplicemente accettare di non poter partecipare al torneo.

“Cosa resta da fare per lui? Nulla, Ovechkin deve giocare per Washington”, ha affermato a R-Sport il mitico Vladislav Tretiak, oggi team manager della Nazionale russa.

Sembra dunque che lo sniper dovrà rassegnarsi e disputare l’intera stagione in NHLOvechkin in passato a preso parte a tre Olimpiadi (2006, 2010 e 2014) ed ha vestito l’ultima volta la maglia della sua Nazionale in occasione della World Cup of Hockey nel settembre 2016.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL