Social Media HSHS

Interviste

Klasen: “Voglio diventare una parte importante del futuro del Lugano”

LUGANO – Alla Resega nella giornata di domenica c’era grande attesa per vedere all’opera l’intera squadra bianconera targata 2014/15, ma era innegabile che le luci dei riflettori fossero puntate su un giocatore in particolare, ovvero lo svedese Linus Klasen.

In provenienza dal Lulea e dopo una carriera in Svezia che lo ha visto ottenere 224 punti in 296 partite in SHL, prima di scendere sul ghiaccio luganese Klasen è stato preceduto dalla sua fama di essere uno dei giocatori più spettacolari d’Europa. Al termine del suo primo allenamento con la maglia bianconera abbiamo avuto occasione di scambiare le nostre opinioni con lui, in attesa di vederlo debuttare in amichevole.

Linus Klasen, quali sono le tue impressioni dopo il primo allenamento svolto con il Lugano?
“Credo sia davvero incredibile che alla pista siano arrivati così tanti tifosi. Speriamo che quando arriverà l’inverno potremo giocare davanti ad un grande pubblico in un’arena occupata in ogni ordine di posto”.

I tifosi ti hanno conosciuto guardando i video delle tue skills spettacolari.  Oltre a questo cosa porterai sul ghiaccio?
“Gioco da professionista oramai da tanti anni e so di dover dare tutto in ogni partita per produrre punti e reti sul fronte offensivo, aiutando così la mia squadra a vincere le partite. Questo è tutto ciò che conta!”.

Con il tuo arrivo e quello di Filppula il Lugano ha aumentato la sua forza offensiva, ma in generale come vedi questa squadra?
“Credo che abbiamo una buona squadra con anche una certa profondità, caratteristica che a lungo andare ci darà una mano. Nelle prossime settimane speriamo di riuscire a completare tutto quello che abbiamo in programma ed essere così pronti per l’inizio della stagione”.

Hai firmato un contratto di 4 anni proprio nell’anno del tuo matrimonio. Quindi è stata una scelta anche di vita oltre che sportiva?
“No, non direi, è stata una decisione basata sulla mia carriera. Ho però una moglie, due figlio ed un terzo in arrivo, dunque è difficile doversi sempre spostare. In Svizzera c’è una buona lega, tra le migliori in Europa, e il Lugano rappresenta per me la soluzione perfetta. Voglio diventare una parte importante nel futuro di questo club e far succedere qualcosa di speciale qui a Lugano”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste