Social Media HSHS

Interviste

Ireland: “L’emozione che prevale è la fiducia, sappiamo quello che dobbiamo fare”

Il Lugano è andato vicino all’ottenere il gol decisivo nel finale: “Dobbiamo continuare così. In vista di lunedì abbiamo diverse opzioni a disposizione, sicuramente le prenderemo in considerazione”

ZURIGO – Gara 2 di finale è stata una sfida diametralmente diversa rispetto alla prima, molto più aperta sul fronte offensivo e con il Lugano in grado di vivere delle ottime fasi di possesso e pressione, soprattutto in quel finale che lascia tanto rammarico sul fronte bianconero.

“Siamo usciti sconfitti dalle prime due partite, ma in entrambi i casi con una sola rete di scarto”, ha commentato l’allenatore Greg Ireland. “Abbiamo mostrato grande carattere. Nel terzo tempo e nel corso dell’overtime ci siamo costruiti tante opportunità per trovare il gol decisivo, mentre allo Zurigo non abbiamo concesso molto… Certo, abbiamo incassato un paio di reti che andrebbero evitate, ma in avanti abbiamo vissuto delle ottime fasi”.

Nonostante questo, il Lugano si ritrova ora sotto per 2-0 nella serie, e con la terza sfida di lunedì alla Resega che diventa quasi una gara da dentro o fuori.

“Nella serie contro il Bienne abbiamo visto l’effetto che la fiducia e la determinazione possono avere sul nostro gruppo, elementi che stiamo costruendo da diverso tempo… Quando le cose si fanno serie, i nostri giocatori alzano il livello di determinazione e concentrazione, e questo è quello che dobbiamo fare… Quando ci riusciamo, possiamo prendere il controllo della partita”.

Questi saranno proprio gli elementi su cui dovrà fare leva il Lugano, evitando di cadere nella frustrazione dopo una sfida dell’Hallenstadion che è andata vicina al risolversi in favore dei ticinesi.

“L’emozione che prevale da questa partita è la fiducia nel mio gruppo. Quando ci si trova in situazioni difficili, si guarda indietro per capire come si è trovata una soluzione nel passato, e noi lo abbiamo fatto credendo ancora di più l’uno nell’altro. Le vittorie non arrivano facilmente, altrimenti tutti potrebbero arrivare ad alzare la coppa… In questo momento dell’anno si deve lottare, e come sempre ci concentriamo sulla prossima partita”, ha continuato Ireland.

La ricetta per ottenere il primo successo di questa finale sembra comunque chiara per il Lugano, che dovrà avere la determinazione per continuare ad insistere sui propri punti di forza, limitando nel contempo quelle sbavature che sinora hanno permesso agli ZSC Lions di prevalere. In questo senso, non saranno da escludere delle novità nel lineup.

“Sabato abbiamo svolto un buon lavoro facendo perdere loro diversi dischi, oppure recuperando quelli vaganti. Dobbiamo continuare così, usando al meglio le risorse che abbiamo. In vista di lunedì ci sono diverse cose che possiamo fare, tenendo anche conto di qualche acciacco rimediato nel corso di queste partite… Abbiamo delle buone opzioni per ogni area e sicuramente le prenderemo in considerazione”, ha concluso il coach.



Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Altri articoli in Interviste