Social Media HSHS

Interviste

Ireland: “Abbiamo mostrato carattere al momento giusto, ma sarà importante essere proattivi”

Il coach del Lugano è soddisfatto del weekend dei suoi: “Elvis è stato straordinario, mentre il gruppo si è lasciato alle spalle un periodo difficile contraddistinto anche dall’influenza”

AMBRÌ – È un Greg Ireland sollevato, quello presentatosi dinnanzi alla stampa nel dopopartita del sesto derby stagionale, vinto dai suoi per 4-2.

Nonostante i sei punti racimolati contro l’Ambrì, però, nel corso della sfida il coach canadese ha avuto da ridire ai suoi, spesso sottotono nell’impostazione e nel gioco espresso. “Ho ripetuto all’esasperazione ai ragazzi l’importanza di essere proattivi sul ghiaccio. Sabato, sotto di 2-1, abbiamo cominciato ad esserlo e non ci siamo abbattuti. Sono estremamente contento che la squadra sia riuscita a tirare fuori il meglio di se proprio nel momento in cui siamo andati sotto nel risultato, abbiamo mostrato grande carattere. Ora che sappiamo di possedere quest’attitudine proattiva, voglio che i ragazzi la applichino anche nelle partite a venire, senza aspettare che l’avversario faccia la prima mossa. Dobbiamo essere noi ad anticipare l’avversario”.

Nonostante i pochi tiri scagliati verso Conz, il Lugano ha dimostrato di essere una squadra estremamente cinica, capace di concretizzare molto bene le proprie occasioni.

“Premetto che il nostro portiere è stato fantastico, ma in ogni sfida c’è una squadra che tira più dell’altra. Se guardiamo l’Ambrì, si tratta di una delle compagini che scaglia più tiri in assoluto verso i portieri avversari, ma non contano solamente i tiri, ma anche e soprattutto le reali occasioni da rete. Se si crede nella CORSI – elemento a cui io non do alcuna rilevanza – lì vengono presi in considerazione tutti i tiri verso la porta avversaria, anche quelli che non arrivano in porta o che non sono fatti partire dall’interno del settore offensivo. Se parliamo di statistiche, allora attribuisco un ruolo di maggiore spessore ai +/-”.

Certo è che questi sei punti costituiscono una vera e propria boccata d’ossigeno per i bianconeri, reduci da un periodo estremamente difficile.

“È vero, abbiamo perso delle partite, ma non dimentichiamoci che nelle scorse settimane la squadra è stata colpita da una fastidiosa influenza che non ne voleva sapere di andarsene. Inoltre, abbiamo dovuto fare i conti con delle assenze pesanti – tra le quali quella di Furrer che, out da più di un mese, ha disputato due grandi partite con oltre 24 minuti di ghiaccio – che si sono fatte sentire. Siamo stati costretti a chiamare alcuni giovani a darci man forte e non è stato facile per nessuno. Nei due derby, però, siamo tornati a mostrare carattere e finalmente il disco è tornato a circolare come si deve. Sono soddisfatto”, conclude Greg Ireland.

Redattore. Axl Stadler si occupa in particolar modo della copertura post partita delle partite dell'HC Ambrì Piotta. Laureato in Scienze della Comunicazione all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste