Social Media HSHS

Inline

Il Sayaluca di Barberis va in pausa nel suo momento più difficile: “Bilancio in chiaroscuro”

Il campionato di LNA inline si ferma per la pausa estiva, per poi riprendere a metà agosto con lo sprint finale ricco di partite decisive, che fanno da preludio ai play-off di ottobre per il titolo di campione svizzero.

Per il Sayaluca di Gracco Barberis questa pausa ha un sapore di “manna dal cielo”, viste le evidenti difficoltà che sta attraversando. Dopo un inizio di stagione spettacolare, con la conquista della supercoppa e una serie di risultati impressionanti, il rullo compressore dell’inline svizzero si è inceppato e così il Sayaluca, delle ultime nove sfide ne ha vinte solo 3.

Ultimo scivolone quello di sabato scorso contro i giurassiani del Buix, compagine generosa, ma poco più, che invece è riuscita a colmare il divario tecnico grazie a grinta e abnegazione. Una prestazione di squadra e una dimostrazione di carattere, qualità che è mancata al Sayaluca.

Orfani degli sniper più temibili, i ticinesi hanno litigato con il gol, sciupando un numero incredibile di occasioni da rete. Anche il power play ha peccato di efficienza e così, al Buix sono bastate due reti per conquistare la posta piena sul punteggio finale di 2 a 1 e raggiungere in classifica il Sayaluca, che ora è quinto fermo a 27 punti.

“Il bilancio è in chiaro scuro, ma l’obiettivo principale è ancora raggiungibile”, così coach Barberis, che può solo puntare al campionato dopo l’uscita prematura dalla Coppa Svizzera e la delusione del nono posto ai recenti campionati europei.

Impresa sfiorata, quella del Novaggio di Elvis Ciccone, che sabato scorso contro la capolista Rossemaison, si è trovato avanti per 6 a 3 a metà partita, prima di farsi rimontare nel periodo conclusivo. Dopo gli infruttuosi supplementari, il Rossemaison ha fatto valere tutta la sua esperienza nell’esercizio dei rigori, conquistando il punto aggiuntivo sul punteggio finale di 7 a 6.

Nonostante l’amarezza per l’occasione persa, al Novaggio resta la consapevolezza di aver strappato un punto alla squadra più forte della Svizzera. Dopo un inizio di stagione traumatico, i ragazzi di Elvis Ciccone vanno in pausa con 10 punti, tutti conquistati negli ultimi due mesi e si confermano al nono posto, tenendosi a tiro l’Ajoie. “Vogliamo riposarci mentalmente, per poi affrontare al meglio l’ultima parte della stagione”, conclude coach Ciccone.

Già in vacanza da una settimana, Renzo Ricci, allenatore del Malcantone chiude al sesto posto la prima parte di stagione. “Abbiamo lasciato troppi punti per strada, speriamo di recuperali a settembre!” .

Infradito e ombrelloni per tutti, o quasi, infatti alla Shark Arena di Cassina d’Agno, ogni sera fino a sabato 13 luglio, si svolge il tradizionale Torneo degli Amici, memorial Marzio Camponovo. Una festa per celebrare le qualità più divertenti e conviviali di questo bellissimo sport.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline