Social Media HSHS

Roller

Il Roller Club Biasca riparte con rinnovato entusiasmo e dall’ingaggio di Pablo Saez

BIASCA – Consegnata agli archivi la scorsa stagione, interrotta proprio alla vigilia dei playoff per i noti problemi legati alla situazione pandemica, il Roller Club Biasca si appresta ad affrontare l’imminente campionato con rinnovato entusiasmo.

“Non sarà una stagione facile – mette però in guardia durante l’assemblea ordinaria il presidente Gianni Tottil’incertezza attorno allo svolgimento delle competizioni non permette di fare voli pindarici, abbiamo quindi deciso di fare il passo secondo la gamba, mantenendo l’obiettivo della formazione dei giovani e garantire il futuro della società con oculate scelte tecniche e societarie”.

“Vista la presumibile riduzione delle entrate, il mercato è stato fatto tenendo conto dello scenario peggiore, ovvero partite a porte chiusepuntualizza il direttore sportivo Samuele Rossicosì da assicurare in ogni caso il futuro della società. Questo non significa però che il Biasca non abbia ambizioni. La scorsa stagione ha avuto molti alti e bassi. Ci sono state prestazioni di ottimo livello e partite che non sono accettabili se si vuole giocare in lega nazionale A e puntare a lottare per un nuovo titolo. Dopo la partenza di Orlandi, che ci teniamo ancora a ringraziare per quanto fatto in questi tre anni, abbiamo quindi sondato il terreno alla ricerca di una figura che potesse continuare la via intrapresa”.

“Siamo certi che Pablo Daniel Saez (classe 1984) sia il profilo ideale per noicontinua RossiPablo vanta una lunga esperienza come giocatore professionista in Argentina, Italia e Spagna, dispone di una formazione universitaria come maestro di sport e di una pluriennale esperienza come allenatore dei giovani nel suo paese (l’Argentina N.d.R.) per questo motivo avrà non solo la funzione di allenatore/giocatore della prima squadra, ma si occuperà anche della nostra Under 17 e dei più piccoli con la scuola roller”.

Sono in corso le procedure per l’ottenimento del permesso di lavoro e del transfert internazionale del giocatore, che si spera possa raggiungere al più presto i suoi compagni, attualmente impegnati nella preparazione atletica.

La stagione dovrebbe iniziare il 19 settembre, mentre il primo impegno europeo dei ticinesi sarebbe in novembre nella WS Europe Cup (il corrispettivo della Coppa Uefa calcistica). Per entrambe le competizioni il condizionale è però d’obbligo, dato che non sono ancora definite nel dettaglio le normative relative alla situazione pandemica.

Oltre ad assicurare la continuità sul piano sportivo il comitato concentrerà le proprie energie su un altro grande progetto, il “Palaroller 2.0”. Sono state vagliate diverse varianti e un progetto di massima è stato presentato al Municipio di Biasca, da cui si attende una risposta per poter intraprendere i prossimi passi (sia dal punto di vista progettuale, sia finanziario).

Attualmente tutti gli eventi in presenza per il 35° di fondazione sono stati rimandati a causa del Covid 19: il sogno della società è quello di poter concludere i festeggiamenti nella nuova struttura con l’inizio della prossima stagione.

A cura di Marco Maggini

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Roller