Social Media HSHS

Lugano

Il Lugano targato 2015/16 vuole crescere, sul ghiaccio e in società

LOCARNO – Si è svolta mercoledì al Blu Restaurant & Lounge di Locarno la conferenza di presentazione ai media e sponsor dell’Hockey Club Lugano versione 2015/16, nella suggestiva cornice di fronte al Lago Verbano.

Dopo il benvenuto della presidente Vicky Mantegazza, la conferenza si è divisa per due argomenti, (management e sport, che sono anche le due parti principali del club) portati avanti dai relatori Jean Jacques Aeschlimann, Alessandro Siviero e Roland Habisreutinger.

Il direttore amministrativo Aeschlimann, dopo la presentazione dell’organigramma della società, ha posto l’accento sulla volontà di ottimizzare i costi ed aumentare i ricavi, di fronte alle spese necessarie per la sicurezza (di cui il nuovo responsabile è Armin Scacchi) e per l’ottimizzazione della Resega, soprattutto per ciò che riguarda impianto audio e luci come richiesto dalle dirette televisive in HD.

Alessandro Siviero, neo direttore di un settore marketing “potenziato” anche dall’arrivo di Marco Bottani quale responsabile social media, ha sciorinato dati interessanti che riguardano la campagna abbonamenti.

Le iniziative “Ti vogliamo con noi!” e il nuovo Family Corner (situato nel settore T) hanno portato un aumento del 6% sulla vendita delle tessere stagionali rispetto a 365 giorni fa, facendo segnare il nuovo record di abbonati per il club e di conseguenza il record nei ricavi da questo settore. Per continuare con questa campagna di “popolarità” del club, la divisione del marketing sarà sempre più presente e attiva sui social network, anche per tenere il club “aggiornato” con le tendenze attuali.

Tra le novità della stagione del 75esimo è stata presentata “Casa Lugano”, un vero e proprio chalet posto in quel di Davos, che durante la Coppa Spengler sarà sede di eventi correlati al torneo grigionese aperta ai tifosi bianconeri e ai media. Da sottolineare anche la partnership firmata con la Fondazione Pat Schafauser, di cui Vicky Mantegazza è da quest’anno parte del consiglio.

Per la divisione sportiva, Roland Habisreutinger – in una simpatica versione da conduttore più che da direttore sportivo – ha elencato le novità riguardanti lo staff della prima squadra. Particolare attenzione è stata messa sulla nuova “Area salute”, composta da un team professionista in ogni suo membro e con alla testa il Dr. Peter Jenour, medico sportivo della Clinica Ars Medica di Gravesano.

Dopo la presentazione dei nuovi giocatori, Habisreutinger ha dedicato spazio ai numerosi giovani giocatori – rendendo noto che il 48% della rosa ha giocato nelle giovanili bianconere – e alla collaborazione con il club di LNB dell’Olten. Presente in sala, il direttore sportivo del club solettese Kobi Kölliker si è rallegrato di questa collaborazione, dato che come società sempre ambiziosa, trovare un club di LNA disposto a prestare giocatori è stata la mossa giusta per aumentare la qualità della rosa e creare concorrenza interna di valore.

Da parte sua, Patrick Fischer ha invece sottolineato come questa collaborazione permetta in primis ai giovani troppo forti o fuori età per rimanere negli élite ma nel contempo non pronti per la prima squadra – ma anche per i più vecchi, eventualmente – di continuare a giocare e di poter lottare per trovare un posto nel Lugano.

Parole finali per mettere in luce come la volontà di tutto il club sia quella di progredire professionalmente e sportivamente, per ristabilirsi con continuità nelle società faro della Svizzera ed esserne da esempio.

galleria


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Lugano