Social Media HSHS

Coppa Spengler

Il CSKA gioca con il fuoco ma conquista la semifinale all’overtime

Spengler Cup Davos: ZSKA Moskau vs. HC Vitkovice Steel(Photo swiss-image.ch/Nadja Simmen)

DAVOS – Ha giocato decisamente con il fuoco il CSKA di Mosca che, confrontato con il Vitkovice nella prima sfida di quarti di finale della Spengler, è sceso in pista con una “formazione B” senza tantissimi giocatori importanti, ovvero Sergei Fedorov, Alexander Radulov, Alexei Morozov, Igor Grigorenko, ed i difensori Steve Eminger e Nikita Zaitsev.

Nonostante questo, però, i russi sono riusciti a venire a capo dei loro avversari, anche se per farlo hanno dovuto rimontare un pericoloso 2-0 e ricorrere ad un powerplay nell’overtime per strappare la vittoria.

Il match si era aperto con un Vitkovice immediatamente più pimpante, capace di evidenziare una velocità ed un’esuberanza maggiori rispetto ad una squadra russa più lenta e macchinosa. Dopo un polsino quasi a colpo sicuro di Kucsera, però, la più grande occasione da rete del primo tempo è capitata sul bastone di Prokhorkin che, con un lesto wrap around, è andato ad un nulla dal portare il CSKA in vantaggio.

Il disco ha però ballonzolato alle spalle del portiere Sindelar e per un nulla non ha varcato completamente la linea di porta. Il Vitkovice ha reagito al 13esimo grazie ad un pericolosissimo slapshot di Sloboda da posizione favorevole, ma Stana ha letto alla perfezione sia il tiro avversario che il relativo rebound.

Spengler Cup Davos: ZSKA Moskau vs. HC Vitkovice Steel(Photo swiss-image.ch/Photo Nadja Simmen)

Nulla da fare dunque dopo i primi 20 minuti, con il risultato di 0-0 che ha permesso al CSKA di ricompattarsi e iniziare con un piglio decisamente diverso il secondo tempo, andando vicino al gol con Prokhorkin in situazione di boxplay e guadagnandosi poi immediatamente una superiorità numerica.

Un po’ contro l’andamento del gioco è però stato il Vitkovice a sbloccare il risultato al 25′ con Stehlik, che ha superato Stana con un bel tiro dalla blu, dopo che qualche attimo prima era stato il CSKA a colpire l’asta della porta ceca. Un po’ frastornati, i russi hanno subito anche il 2-0 solamente 30 secondi più tardi, quando Svacina ha insaccato a porta sguarnita dopo una bella azione sull’asse RomanHuna.

Nonostante abbia rinunciato a tante delle sue stelle, il CSKA non si è arreso ed ha continuato a lavorare. Dopo essersi visto annullare un gol che forse sarebbe stato da concedere – azione concitata al termine della quale il disco ha molto probabilmente varcato la linea di porta – la rimonta è iniziata grazie a Zainullin che, girandosi in velocità, ha sorpreso un poco brillante Sindelar.

Spengler Cup Davos: ZSKA Moskau vs. HC Vitkovice Steel(Photo swiss-image.ch/Nadja Simmen)

Ad un nulla dalla seconda sirena è poi arrivato anche il meritato pareggio a firma di Zharkov, che ha impattato il match con una stupenda deviazione nello slot dopo tiro di Prokhorkin.

È così andato in scena un terzo tempo piacevole (a parte qualche decisione arbitraria opinabile) ed in cui la sensazione è stata perennemente quella che se una delle due squadre avesse trovato il gol, sarebbe stato quello decisivo. Il CSKA ha sempre di più avuto in mano il pallino del gioco, ma in definitiva nessuna delle due squadre è riuscita a trovare la giocata decisiva.

La supremazia dei russi ha però trovato concretezza immediatamente nell’overtime, quando Rylov ha fulminato con uno slapshot il portiere avversario ed ha proiettato il CSKA in semifinale, con la sfida contro il Davos che andrà in scena lunedì pomeriggio alle 15:00.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Coppa Spengler