Social Media HSHS

Roller

Il Biasca vince ma non basta per finire al primo posto, il 13 aprile al via i playoff

BIASCA – Impegnato nel weekend contro Diessbach e Uttigen, il Biasca ha fatto quanto doveva per sperare di terminare la regular season al primo posto per il secondo anno consecutivo.

I sei punti ottenuti non sono tuttavia bastati dal momento che il Diessbach si è prontamente riscattato dalla sconfitta patita il giorno prima proprio ad opera dei ticinesi imponendosi tra le mura amiche nel derby bernese con il Thun e riconquistando così definitivamente il primo posto nemmeno 24 ore dopo il provvisorio sorpasso dei rivieraschi.

Sorpasso ottenuto grazie ad una prova gagliarda che ha visto i ragazzi di Orlandi costretti ad inseguire l’avversario per tutto l’incontro, riuscendo tuttavia a rispondere prontamente ogni qual volta i bernesi hanno segnato.

Mettendoci il cuore più che la tattica o la tecnica il Biasca ha saputo così restare incollato agli avversari fin nel finale di partita e non ha mollato nemmeno quando gli ospiti si sono portati in vantaggio per la quarta volta a poco più di 3 minuti dal termine, anzi in quel momento è salito in cattedra Alberto Orlandi, il quale, ha fatto valere tutta la sua esperienza, procurandosi e trasformando il rigore del 4-4 e successivamente siglando con freddezza il decisivo rigore del 5-4 finale, decretato per un ingenuo fallo di Rui Ribeiro su Gregorio Boll, quando alla fine del match mancavano soltanto 5 secondi.

La vittoria non basterà come detto per ottenere il primo posto, ma lancia un chiaro segnale alle altre tre pretendenti al titolo.

La seconda partita ha visto invece i padroni di casa affrontare un’altra compagine bernese, l’Uttigen. Nonostante il match sia iniziato come peggio non poteva con gli ospiti in vantaggio dopo soli 6 secondi, il Biasca è sempre sembrato in pieno controllo della sfida, pur giocando in modo un po’ disordinato.

La svolta è arrivata quando i ticinesi hanno realizzano 5 reti in 15 minuti portandosi dal 2-2 al 7-2. Questa volta il protagonista è il vicentino Scanavin, che dapprima veste i panni dell’uomo assist fornendo due passaggi con il contagiri a Gregorio Boll e Giger e successivamente realizza due reti. Nel finale dell’incontro le fatiche spese il giorno prima iniziano a farsi sentire e l’Uttigen può così abbellire il punteggio fissando lo score sul 7-4.

Il Biasca termina quindi il campionato al secondo posto, con 37 punti e il miglior attacco. Non c’è però tempo per crogiolarsi dal momento che nella semifinale dei playoff, al via il 13 aprile al Palaroller, andrà in scena la riedizione della finale per il titolo 2018 contro il Montreux.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Roller