Social Media HSHS

National League

Il “bad boy” canadese con licenza svizzera Tim Traber vuole la NLA

img-0-7239871-jpg(timescolonist.com)

In pochi probabilmente conoscono il suo nome alle nostre latitudini, ma ben presto la situazione potrebbe cambiare. Altri, invece, potrebbero ricordarselo per aver partecipato alla preparazione estiva dell’Ambrì Piotta di un anno fa. Stiamo parlando dell’attaccante 20enne canadese Tim Traber che, in possesso anche del passaporto svizzero, potrebbe presto raggiungere una squadra di NLA.

Questo è quanto riporta “The Province”, dove si può leggere come il GM della sua attuale squadra, i Vancouver Giants, abbia confermato la notizia secondo la quale il giovane stia attualmente cercando una sistemazione nel campionato rossocrociato.

188 cm per 88 kg, Tim Traber non ha mai fatto registrare numero di capogiro in WHL, ottenendo appena 8 punti in 60 partite lo scorso anno in WHL. Nella lega il suo bottino totale è di 35 punti in 229 partite, a cui si aggiungono però ben 443 minuti di penalità.

La sua “specialità” sembra proprio essere quella di diventare il “bad boy” della squadra, svolgendo tanto lavoro sporco come il più classico degli enforcer. Di seguito un video del giocatore “in azione”.

[youtube id=”3tXIKPrR1WU” width=”620″ height=”360″]

banner_hshs

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in National League