Social Media HSHS

National League

I top e flop degli ultimi turni di campionato secondo HSHS

senza titolo-608-2

Ogni lunedì, per tutto il corso del campionato, HSHS vi proporrà la rubrica dedicata ai “top e flop”, ovvero ai giocatori che secondo noi si sono distinti negli ultimi turni di campionato, così come a coloro da cui ci si aspettava invece qualcosa in più.

Vengono selezionati un portiere, due difensori e tre attaccanti tra chi ha fatto particolarmente bene e chi, invece, ha deluso le aspettative.

Di seguito la selezione basata sui turni di campionato giocati tra martedì e domenica.


I TOP DI HSHS

top

Sandro Zurkirchen (Ambrì Piotta): dopo lo shootout a Rappperswil, è stato ributtato nella mischia nella bolgia della BCF Arena di Friborgo e non si è certo fatto trovare impreparato. Ben difeso dai compagni, dimostra di avere i numeri anche per essere “titolarizzato”.

Benjamin Chavaillaz (Ambrì Piotta): arrivato in punta di piedi da Losanna, sta visibilmente crescendo diventando un pilastro della difesa meno battuta del campionato. Ben aiutato dai compagni più esperti, piace soprattutto per la sua semplicità nella gestione del disco e nelle situazioni critiche, e la notevole fisicità alle assi.

Clarence Kparghai (Lugano): é l’immagine della disciplina difensiva del Lugano. Non si spinge mai in attacco, ma è fortissimo negli angoli ed esce sempre vincitore dai duelli alle assi. Impressionante lo scatto da fermo sulla corta distanza, il che lo rende utilissimo nelle ripartenze veloci tanto care a Fischer.

Eric Walsky (Lugano): Anche lui, come molti attaccanti bianconeri, fatica a gettare il disco in fondo alla rete, ma sembra sia entrato nella sua forma migliore. Riesce a coniugare tanto lavoro sottoporta a una fine tecnica di bastone e una grande visione di gioco. Aggiustasse un po’ la mira e trovasse un po’ di continuità in partita, potrebbe diventare uno dei migliori attaccanti two ways del campionato.

Alexandre Giroux (Ambrì Piotta): alcuni tifosi non lo apprezzano ancora per il suo stile un po’ passivo, ma Giroux sta convincendo sempre più, partita dopo partita. Non sarà un razzo, ma tecnica, istinto e classe di certo non gli mancano. Ottimo pure il lavoro alle assi dove esce spesso vincitore!

Paolo Duca (Ambrì Piotta): il capitano leventinese è il simbolo di questa rinascita biancoblù, contraddistinta da molta grinta e fisicità messa al servizio della squadra. Fino a sabato sera era l’unico attaccante (insieme a Lhotak) a non aver ancora segnato, poi è arrivata la doppietta di Friborgo.


I FLOP DI HSHS

flop

Eero Kilpelainen (Zugo): ci spiace continuare a prendercela con il finlandese dello Zugo, ma non sta dando certo una mano ad uscire dalla crisi nera in cui la squadra si è cacciata (ora penultima). Urge un cambiamento di marcia.

Tim Ramholt (Zugo): Arrivato a Zugo da Davos per dare maggiore fisicità ed esperienza alla difesa, nella trasferta di sabato nei Grigioni (sul ghiaccio in occasione di tre gol gialloblù) è andato nel pallone come tutta la sua retroguardia. Da rivedere…

Alain Birbaum (Friborgo Gotteron): difesa del Friborgo abbastanza “allegra” nelle ultime due partite, in cui a Conz va dato il merito di aver tenuto in partita i suoi, soprattutto contro l’Ambri. Non diamo colpe particolari a Birbaum, anche se, va detto, era sul ghiaccio su quattro delle ultime dieci reti subite dal Gotteron questa settimana. Difesa burgunda troppo passiva!

Dario Bürgler (Davos): di sicuro non è il Bürgler degli ultimi anni. Un solo gol in 17 partite è un bottino decisamente troppo magro per il nazionale rossocrociato.

Kevin Romy (Ginevra Servette): il centro ex Lugano questa stagione non vuole saperne di tornare sui livelli degli ultimi anni. In 17 partite ha contabilizzato solo 5 assist. Contro i bianconeri si è notato come la situazione gli crei parecchio nervosismo, che scarica spesso sugli avversari. Nella sfida di sabato a Kloten è invece sparito dai radar.

Colby Genoway (Losanna): gli anni trascorsi in LNB probabilmente hanno influito sul suo ritmo… Certo è che il Losanna avrebbe bisogno di un altro Genoway per rimanere attaccato il più possibile al treno dei playoff.

Laureato in Scienze Politiche all'università degli studi di Pavia con lavoro di tesi sul diritto costituzionale svizzero.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in National League