Social Media HSHS

National League

I top e flop degli ultimi turni di campionato secondo HSHS

senza titolo-113

Ogni lunedì, per tutto il corso del campionato, HSHS vi proporrà la rubrica dedicata ai “top e flop”, ovvero ai giocatori che secondo noi si sono distinti negli ultimi turni di campionato, così come a coloro da cui ci si aspettava invece qualcosa in più.

Vengono selezionati un portiere, due difensori e tre attaccanti tra chi ha fatto particolarmente bene e chi, invece, ha deluso le aspettative.

Di seguito la selezione basata sui turni di campionato giocati tra martedì e domenica.


I TOP DI HSHS

top
Sandro Zurkirchen (Ambrì Piotta): gli elogi indirizzatigli si sono più volte ripetuti in questa stagione. Incredibile la tranquillità mostrata fino ad ora: buono, malgrado la sconfitta di martedi a Zurigo, ottimo nella vittoriosa partita casalinga contro il Berna.

Marco Maurer (Lugano): arrivato a Lugano con la fama di “cattivo”, per il momento si è dimostrato difensore solido e risoluto. In una difesa leggera come quella bianconera il suo apporto fisico è fondamentale, così come la sua semplicità di gioco che lo porta a sbagliare poco o nulla.

Clarence Kparghai (Lugano): finalmente ha trovato anche lui la via del gol, con grande gioia sua e dei suoi compagni. La rete contro il Kloten è solo il premio per l’impegno e la lucidità che ci mette per tutto il match, dimostrando a tutti che è stato a lungo sottovalutato.

Daniel Bang (Losanna): la convocazione in nazionale deve averlo galvanizzato, certo è che 3 gol nelle ultime due partite, è un bottino notevole per un attaccante di natura abbastanza difensivo.

Roman Wick (ZSC Lions): 5 gol e 5 assist nelle ultime 7 partite sono un bottino che parla da solo per l’attaccante più in forma del momento.

Lukas Lhotak (Ambrì Piotta): ennesimo ottimo prodotto del settore giovanile biancoblù salito alla ribalta. Questa settimana prime reti in LNA e prestazioni molto solide e convincenti.


I FLOP DI HSHS

flop
Benjamin Conz (Friborgo): ultimamente sta dando prova di non essere in un gran periodo, come tutta la squadra d’altronde. Lo stesso Conz sta avendo, però, qualche incertezza di troppo…

Zdenek Kutlak (Davos): tornato in Svizzera dopo la parentesi sfortunata in KHL, non si può certo dire che sia stato un ritorno facile. Sul ghiaccio in occasione di 3 gol su 5 subiti dai suoi nel weekend e una presenza in pista spesso goffa…

Sami El Assaoui (Ambrì Piotta): il suo impegno e la concentrazione è venuta a mancare ultimamente in allenamento e Pelletier lo ha relegato giustamente in tribuna. Gli è stata concessa un’altra possibilità domenica contro il Berna, gara in cui non ha però mostrato grandi cambiamenti. Deve fornire ben altre prestazioni se non vuole perdere presto il posto in squadra!

Jason Williams (Ambrì Piotta): la sua presenza sul ghiaccio è spesso d’impaccio per i compagni, tanti passaggi sbagliati ed una presenza quasi nulla. Domenica un po’ meglio rispetto a sabato sera, ma comunque molto lontano dagli standard richiesti a uno straniero.

Nicklas Danielsson (Rapperswil): appena arrivato aveva dato una decisa sterzata ai risultati del Rapperswil. Ora però sembra essersi allineato sul livello molto mediocre del resto della squadra. Non mette a segno alcun punto da sette partite.

Rob Schremp (Zugo): non mette a segno punti da sette partite ed è spesso “invisibile” sul ghiaccio. Si sapeva che il carattere non è dei migliori, certo è che si può definire uno dei flop dell’ultimo mercato in LNA.

Laureato in Scienze Politiche all'università degli studi di Pavia con lavoro di tesi sul diritto costituzionale svizzero.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in National League