Social Media HSHS

Ambrì Piotta

I nuovi volti della NLA 2020/21: il biancoblù Josselin Dufey

Il giovane ha scelto Ambrì per lanciare la sua carriera da professionista. Arriverà dopo un bel percorso in Canada, dove è cresciuto come giocatore e persona

I nuovi volti della NLA 2020/21: il biancoblù Josselin Dufey

JOSSELIN DUFEY


Età: 18
Posizione: LW/C
Altezza: 186 cm
Peso: 86 kg
Tiro: left

Nazionalità: 🇨🇭

Provenienza: Notre Dame Hounds (SMAAAHL)
Draft:
Contratto: tre anni + opzione

Twitter

L’ingaggio che conferma una filosofia

La direzione sportiva presa dall’Ambrì Piotta nel corso degli ultimi anni è chiara, ed è stata portata avanti coerentemente dalla scrivania di Paolo Duca e dal metodo di lavoro di Luca Cereda. Tra gli effetti del cambiamento di filosofia voluto dopo aver giocato l’ultimo spareggio c’è una ritrovata attrattività, che posiziona in maniera sempre più delineata il club biancoblù nel panorama nazionale.

Lavorare con i giovani dando loro tutte le possibilità di progredire è un aspetto per cui l’Ambrì Piotta è infatti sempre più riconosciuto, ed in questo senso l’arrivo a lungo termine – tre stagioni più opzione – di un talento come Josselin Dufey rappresenta un’importante conferma per il lavoro svolto sin qui.

“L’Ambrì Piotta ha dimostrato di poter lavorare molto bene con i giovani”, aveva spiegato Dufey quando interrogato sul perché avesse scelto l’Ambrì Piotta per lanciare la sua carriera da professionista. “L’allenatore Luca Cereda dà energia ed opportunità ai giovani, è questo che mi è subito piaciuto dei leventinesi”.

Vista la giovane età l’impiego di Dufey per la prossima stagione potrebbe avvenire su più fronti, a partire dagli U20-Elit ed i Ticino Rockets in Swiss League. Il giovane non manca però di motivazione, ed ha già affermato di avere tra i suoi obiettivi quello di riuscire ad ottenere un posto in prima squadra.

Twitter

La stoffa del leader, cucita negli anni

Un simile talento in casa biancoblù rappresenta indubbiamente un innesto in prospettiva molto intrigante, ma ciò che rende Dufey un ragazzo davvero promettente se si pensa al possibile sviluppo agli ordini di Cereda, questo è il carattere che l’oggi 18enne ha saputo forgiare negli ultimi anni.

Cresciuto nel settore giovanile del Losanna, Dufey ha deciso all’età di soli 15 anni di trasferirsi in Canada. Uscire dalla “comfort zone” è stato un passo importante nello sviluppo dell’attaccante, che con la maglia dei Notre Dame Hounds (SMAAAHL) si è dovuto rimettere in gioco.

Le sfide in ambito accademico – a partire dall’apprendimento dell’inglese – sino a quelle sul ghiaccio sono state segnate dai principi di una delle organizzazioni migliori del paese, che negli anni ha formato giocatori del calibro di Jaden Schwartz, Sean Couturier, Vincent LeCavalier oppure Rod Brind’Amour. La loro maglia è inoltre stata vestita anche dall’ex bianconero Brett McLean (leader assoluto in termini di punti, 233 in 71 partite), oltre naturalmente ai fratelli Neuenschwander.

Agli Hounds si mette un particolare accento sul concetto di unità di gruppo e su una mentalità da guerrieri, ed in questo senso è da valorizzare la capacità di Dufey di ritagliarsi non solo un posto importante in breve tempo, ma di diventare anche un leader della squadra.

Il neo-biancoblù ha firmato 106 punti in 133 partite ed ha giocato l’ultima stagione con la “C” cucita sul petto, onore non scontato soprattutto per un ragazzo europeo. È inoltre stato premiato con il “Dalton Dwyer Memorial Award”, dedicato al giocatore che dimostra le più spiccate doti di leadership dentro e fuori dal ghiaccio.

A tutto questo Dufey ha aggiunto al suo bagaglio d’esperienza anche delle convocazioni puntuali nelle rappresentative rossocrociate di categoria, giocando anche la prestigiosa Hlinka Gretzky Cup in qualità di assistente capitano.

Twitter

Un’avventura arricchente e di successo

Catapultato in uno dei campionati Midget più quotati, Dufey si è distinto nel suo primo anno con una media di mezzo punto a partita sull’arco di 43 incontri, al termine dei quali è arrivato il titolo regionale e soprattutto la vittoria a livello nazionale alla TELUS Cup (che riunisce le migliori squadre U18 del paese).

Nei due anni successivi Dufey ha continuato a progredire, mantenendo il ritmo di oltre un punto a partita nelle due regular season disputate dal 2018 al 2020. In questo lasso di tempo il biancoblù si è sviluppato anche fisicamente, rendendo sempre più marcati quei tratti da power forward che ne contraddistinguono il profilo attuale. Unisce il tutto ad un certo istinto offensivo ed un tiro pericoloso, caratteristiche testimoniate da una quarantina di gol firmati negli ultimi due anni.

“Sono un attaccante che lavora in entrambe le zone della pista, ho un fisico che mi permette di andare alle assi e di essere duro, cosa che non ho paura di fare. Scendo in pista con tanta energia, caratteristica che ben si sposa con l’Ambrì Piotta”, si era descritto ai microfoni di MySports.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta