Social Media HSHS

National League

I nuovi volti della NLA 2017/18: il ceco Michal Repik

L’attaccante ha firmato per un anno a Friborgo, dove spera di ritrovare continuità dopo diversi anni di alti e bassu

I nuovi volti della NLA 2017/18: il ceco Michal Repik

MICHAL REPIK


Età: 28
Posizione: RW
Altezza: 179 cm
Peso: 87 kg
Tiro: right

Nazionalità:
Provenienza: Sparta Praga (Extraliga)
Palmarès: Campione Extraliga (2016)
Draft: 2007, Florida Panthers
Contratto: 1 anno

Offensivo ed elegante, occhi sulla porta

Michal Repik non è nuovo alle piste della LN, dato che nella stagione 2014/15 ha vestito la maglia dello Zugo per 7 partite tra regular season e playoff, mettendo a segno 2 gol e 3 assist.

Repik è un giocatore totalmente votato all’offensiva, dalla pattinata rapida ed elegante, capace di portare il puck e di proteggerlo con innata capacità. A Friborgo il ceco va raggiungere i connazionali Cervenka e Birner, componendo un terzetto che ai più recenti campionati Mondiali ha decisamente impressionato con la maglia della Repubblica Ceca, regalando reti e spettacolo.

Da Praga a Vancouver, reti e assist sono sempre con lui

Nativo di Vlasim, tipico borgo della Boemia Centrale, Repik ha subito impressionato con la maglia dello Sparta Praga, accumulando punti per tutta la trafila delle giovanili, nazionali comprese.

A 17 anni Repik decide di trasferirsi in Nord America per continuare la sua crescita personale, accasandosi ai Vancouver Giants in WHL. In tre stagioni ai Giants Repik mette assieme l’invidiabile bottino di 211 punti in 222 partite, attirando su di sé gli occhi delle franchigie di NHL.

La NHL è lontana, i punti non bastano

Nel 2007 arriva il draft della NHL, Repik viene pescato quale 40esima scelta assoluta dai Florida Panthers, i quali lo girano subito in AHL ai Rochester Americans.

La stagione 2008/09 Repik la passa prevalentemente in AHL, con un bottino di 49 punti in 75 partite ma, per una manciata di partite a causa di alcuni infortuni, i Panthers lo chiamano per fare l’esordio in NHL. Il primo ghiaccio della massima lega lo tocca a Ottawa e la serata è da sogno, dato che alla prima apparizione arriva anche la prima rete, ma dopo altre 4 partite, a metà dicembre viene rispedito a Rochester.

A marzo 2009 ha ancora la possibilità di giocare con i Panthers ed arriva anche la seconda rete stagionale a Buffalo contro i Sabres. Nelle stagioni successive la musica però non cambia, i punti in AHL aumentano (saranno 188 in 254 apparizioni totali) ma i ticket in NHL non vanno oltre i comunque discreti 31 nella stagione 2010/11.

La NHL rimane piuttosto chiusa ad un giocatore come Repik, molto offensivo e veloce ma anche tremendamente leggero ed arginabile, e dopo 4 stagioni il suo contratto non viene più rinnovato.

Praga non è più la sua Sparta

Al ritorno in Europa Repik firma un contratto di due stagioni con il Lev Praga, compagine che milita in KHL, ma i risultati sono sotto le aspettative.

Nella squadra di Josef Jandac non riesce ad esprime il suo potenziale, a causa anche del gioco molto fisico e tattico applicato nella superlega russa. Al termine di quell’esperienza alterna qualche mese tra i Pelicans in Finlandia e lo Zugo, prima di firmare con il Bili Tygri Liberec in Repubblica Ceca.

La sua buona stagione in patria gli riaccende i fari della KHL, ma anche il nuovo tentativo nella stagione 2016/17 al Traktor Chelyabinsk fallisce, durando addirittura solo lo spazio di 2 partite prima di un ritorno in chiaro scuro al “suo” Sparta Praga.

A Friborgo ritroverà due suoi connazionali, basterà per farlo tornare quella macchina da punti dei vecchi tempi?

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa in particolar modo della copertura di tutto ciò che ruota attorno all’HC Lugano e alla NLA.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in National League